Italiani cocchi di mamma: il 90% delle startup sono finanziate dai genitori

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 14 Giugno 15 Autore: Pinter
Italiani cocchi di mamma: il 90% delle startup sono finanziate dai genitori
Secondo uno studio dell´Università di Bologna e ASTER 9 startup italiane su 10 si affidano al sostegno finanziario della famiglia.

Se 9 startup italiane su 10 sono finanziate da genitori, nonni o zii c´è da preoccuparsi? Il dato è sconfortante, anche perché vuol dire che il nostro paese è ancora privo di un sistema finanziario adeguato per le neo imprese. Ovviamente non tutti i progetti di business sono sempre adeguati, ma se nell´88,6% dei casi le risorse provengono dalla famiglia e solo il 3% dalle banche qualcosa non torna. La partecipazione di aziende non va oltre il 4% mentre i venture capitalist pesano per lo 0,4%.

I dati sono il frutto di un´accurata ricerca dell´Università di Bologna e ASTER, il consorzio della Regione Emilia Romagna per l´innovazione e la ricerca industriale. Poche ore fa durante un incontro presso la 10° edizione di R2B Research To Business, il salone della ricerca industriale, il direttore Bonaretti di ASTER ha snocciolato numeri agrodolci. Da una parte il negativo del sostegno economico , dall´altra il tasso di sopravvivenza delle startup emiliano-romagnole (77%) rispetto alle aziende normali. "Il fatturato è cresciuto mediamente del 35% in 4 anni", ha spiegato Bonaretti, tirando in ballo il programma UE Spinner iniziato nel 2000.

Su un centinaio di startup locali analizzate si è scoperto che Internet è l´area di maggiore interesse (35,55), mentre al secondo posto c´è il segmento Comunicazione e New Media (27,1%). Poi ambiente, meccanica, design, architettura, alimentare, energia e infine salute.

I giovani (soprattutto laureati e con Master) si strutturano per lo più come società a responsabilità limitata.

"Analizzando il risultato di fatturato", ha concluso Bonetti, "si è visto che è più alto tra coloro che dispongono di marchi, che hanno ricevuto un supporto per l´internazionalizzazione e per la formazione in fase di consolidamento, che hanno partecipato a concorsi a premi e hanno ricevuto un finanziamento".

Interessante la roulette della richiesta finanziamenti. L´80% si è rivolto a Bruxelles ma solo il 5,7% li ha ottenuti. Il 47,1% ha fatto domanda per quelli regionali e il 35,7% li ha ottenuti. Il 67% ha volto lo sguardo in ambito locale e il 25,7% li ha ricevuti.

Nella lista dei desideri delle startup soprattutto consulenze specialistiche (62,5%), concorsi e premi per le imprese (57,5%), formazione (57,6%) e informazione/orientamento (45%).
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate