Intel compra l´italiana Yogitech per la sicurezza delle auto driverless

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 06 Aprile 16 Autore: Stefano Fossati
Intel ha acquisito la società italiana Yogitech nell’ambito della strategia con la quale il colosso dei chip intende diventare uno dei principali player mondiali nel mercato dell’Internet of Things. Intel non ha comunicato il valore dell’operazione, ma di certo l’acquisizione rappresenta un passo importante per il gruppo statunitense: Yogitech, fondata nel 2000 con sede a San Giuliano Terme (Pisa) e uffici a Milano e Tokyo, è una startup che ha raccolto poco meno di tre milioni di dollari per diventare uno dei punti di riferimento mondiali nel mercato della “sicurezza funzionale” dei semiconduttori e dei relativi standard.

La sicurezza funzionale è uno degli elementi centrali nella sicurezza dei sistemi per l’internet delle cose, che comprendono dispositivi robotici e auto a guida autonoma: si tratta in sostanza del monitoraggio dei processori che gestiscono processi autonomi in modo da avvertire gli amministratori del sistema in caso di criticità. Yogitech ha lavorato fino a oggi con i principali produttori di microchip, ma a seguito dell’acquisizione Intel ha annunciato che il team dell’azienda toscana sarà aggregato al gruppo Internet of Things del colosso di Santa Clara.

Intel compra l´italiana Yogitech per la sicurezza delle auto driverless - immagine 1

Nel 2011 Atlante Ventures, fondo del gruppo Intesa Sanpaolo, aveva investito in Yogitech arrivando ad acquisire una quota del 47% della società, che da allora ha quintuplicato il proprio giro d´affari e circa triplicato il numero di dipendenti. Tra i finanziatori anche la camera di commercio di Pisa. La principale tecnologia della società toscana, faultRobust, consente di includere all’interno di circuiti integrati sistemi di analisi per la sicurezza funzionale.

"Per anni Intel – si legge in una nota del gruppo americano - ha fornito sistemi IoT con alte performance che hanno dato alle persone e alle aziende la possibilità di prendere decisioni ben informate. Adesso la combinazione di alte performance e di sicurezza funzionale rappresenta una evoluzione naturale per la strategia dell´IoT di Intel”. Secondo le previsioni di Intel, nel 2020 – anno in cui dovrebbero debuttare sul mercato le prime auto a guida assistita – il 30 per cento del mercato dei dispositivi IoT richiederà tecnologie di sicurezza funzionale.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE