In arrivo in Giappone il primo negozio gestito da robot

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 01 Febbraio 16 Autore: Pinter
In Giappone aprirà il primo negozio smartphone in cui tutti i commessi sono robot; dialogheranno con la clientela, daranno informazioni, consigli e saranno in grado di sottoscrivere contratti.

È Softbank, azienda che si occupa di telefonia mobile, ma che in questo caso produce robot ad avere annunciato l’apertura nella terra del Sol Levante di un negozio con personale interamente composto da Robot; si tratta di un piccolo esperimento, che lascia presagire il futuro del settore. Il personale robotizzato di Softbank, proprio come farebbero commessi umani, è in grado di fornire indicazioni sui prodotti, dare consigli ai potenziali clienti e, perfino, scambiare qualche chiacchiera per intrattenere gli acquirenti. Tra i principali compiti dei robot, chiamati Pepper, è anche quello di stipulare contratti di telefonia, senza fare ricorso ad alcun commesso umano; saranno divisi per categoria, con tanto di manager store, che ha la funzione di responsabile del negozio.

Pepper è stato progettato per interagire e convivere con gli esseri umani, è in grado di riconoscere le emozioni studiando le espressioni ed i toni di voce, e può correggere i propri errori grazie all’apprendimento. Una delle caratteristiche più interessanti è l’innovativo sistema di intelligenza artificiale collettiva, che permetterà a Pepper di caricare i dati raccolti all’interno di un cloud a cui potranno accedere tutti i suoi simili, attingendo ad una immensa fonte di conoscenze.

In arrivo in Giappone il primo negozio gestito da robot - immagine 1

Allo stato attuale di prototipo il robot può riconoscere quasi 5000 vocaboli giapponesi, ed è in grado di interagire anche tramite la gestualità e le espressioni del volto.

Non è dotato di gambe, ma si muove tramite l’utilizzo di ruote, i sensori installati gli permettono di analizzare l’ambiente che lo circonda ed evitare gli ostacoli durante gli spostamenti. Nel corpo robotico di Pepper sono presenti 2 videocamere, un sensore 3D, 2 microfoni, 5 sensori touch (nella testa e nelle mani), 2 sonar, 6 laser, 3 bumper, un modulo WiFi 802.11, una porta Gigabit Ethernet, un giroscopio nel petto ed un altro nelle gambe.
I movimenti delle varie articolazioni sono consentiti da 20 piccoli motori. Sul petto monta un tablet da 10,1 pollici. La batteria agli ioni di litio può garantire oltre 12 ore di attività.

I robot sembrano già aver colto l’attenzione di molti negozianti: dal lancio avvenuto lo scorso giugno sono state già vendute 1.000 unità, al costo di 198,000 yen ($1,670) ciascuno. È anche previsto uno “stipendio” mensile di 125 dollari, probabilmente per il servizio assistenza, ma si tratta di una cifra inferiore a uno stipendio medio di un essere umano. Softbank rivelerà ulteriori dettagli sugli ultimi modelli di robot durante il suo evento “Pepper World”, atteso per questa settimana.

Il negozio robotizzato aprirà in Giappone il prossimo 28 marzo; al momento, comunque, si tratta solo di un esperimento.

In arrivo in Giappone il primo negozio gestito da robot - immagine 2

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE