Il nuovo Wi-Fi HaLow sostituirà Bluetooth?

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 17 Gennaio 16 Autore: Pinter
Nel 2018 arriveranno i primi dispostivi certificati Wi-Fi HaLow per sostituire il Bluetooth nell´Internet of Thing e Smart Home.

Entro i prossimi 2-3 anni il numero di dispositivi che necessitano di una connessione ad Internet è destinato ad aumentare in maniera spropositata, grazie al prossimo avvento dei dispositivi IoT (Internet of Thing) e della crescita inarrestabile dei dispositivi indossabili, come smartwatch, fitness tracker e simili. Ovviamente serve una tecnologia per farli comunicare con smartphone, router e, più in generale, con la rete. Esiste da tempo il WiFi, molto meglio del Bluetooth per quanto riguarda velocità e copertura, ma il problema maggiore di questo standard è dato dagli elevati consumi, improponibili comunque per la maggior parte dei dispositivi a basso consumo che caratterizzeranno l’IoT.

Il Wi-Fi HaLow (che si pronuncia "halo") dovrebbe essere quindi il nuovo standard che punterà a sostituire il Bluetooth nei gadget domestici. Wi-Fi Alliance sta lavorando a un´estensione del futuro 802.11ah capace di ridurre drasticamente i consumi energetici.

Il nuovo Wi-Fi HaLow sostituirà Bluetooth? - immagine 1

Al momento si parla di tracker fitness, sensori domotici, videocamere di sicurezza e altri gadget che popolano il nostro quotidiano. Lo stesso Kevin Robinson, responsabile marketing di Wi-Fi Alliance, ha fatto riferimento ad autonomie analoghe ad altri standard wireless . Probabile che si punti ai bassi consumi raggiunti dal Bluetooth con però la qualità e le prestazioni Wi-Fi. Quindi in sintesi maggiori raggi di copertura, eventuale connessione diretta a router e quindi a Internet. Ovviamente per la piena compatibilità con Wi-Fi HaLow bisognerà attendere l´avvento sul mercato di chip specifici.

Sotto il punto di vista tecnico il Wi-Fi HaLow lavora nello spettro di frequenza dei900 MHz, quindi dovrebbe avere un migliore livello di penetrazione rispetto ai 2.4 GHz e 5 GHz.  Il rovescio della medaglia sarà una velocità di trasmissione ridotta, inadatta ad esempio alla navigazione Internet ma, essendo destinata prevalentemente a dispositivi che necessitano di scambiare pochi kilobytes, non dovrebbe rappresentare un problema. Resta la possibilità di forzare una maggiore velocità di trasmissione da parte dei produttori, a scapito del consumo energetico e dell’autonomia dei dispositivi connessi.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE