Il nuovo Rembrandt? E’ un computer

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 07 Aprile 16 Autore: Stefano Fossati
Sembra un Rembrandt ma non lo è. E non è nemmeno una copia o un’imitazione eseguita da qualche ignoto pittore: è l’opera di un computer. Un team di scienziati, in collaborazione con Microsoft, ha infatti realizzato un dipinto stampato in 3D nello stile del maestro fiammingo, inaugurando così una nuova frontiera dell’intelligenza artificiale applicata questa volta in campo artistico. Per ottenere il ritratto, attraverso il computer sono state preventivamente analizzate le opere esistenti dell’artista attraverso degli algoritmi cognitivi che hanno poi dato vita alla nuova opera originale mantenendo lo stile inconfondibile di Rembrandt. Infine, il ritratto è stato stampato in 3D in modo da dargli la medesima consistenza di un dipinto su tela, anche in questo caso imitando la densità e la profondità della pittura utilizzata dall’artista.

Il nuovo Rembrandt? E’ un computer - immagine 1

Attraverso l’analisi computerizzata è stato possibile quindi mettere a punto dei modelli per riprodurre ad esempio il tipico modo del pittore olandese di “dare vita” agli occhi dei soggetti nei suoi ritratti. Nella realizzazione dell’opera, l’intervento umano si è limitato alla scelta degli algoritmi più appropriati in base alla loro efficacia, quindi è stato dato libero sfogo alla creatività del computer, al quale è stato semplicemente chiesto di realizzare un ritratto di un maschio caucasico fra i 30 e i 40 anni di età con la barba, vestito di nero con un colletto bianco e un cappello, in posa rivolto verso destra. Grazie alla stampa 3D è stato possibile riprodurre persino le pennellate dell’artista.

Il progetto, chiamato “The Next Rembrandt”, è stato realizzato in collaborazione fra Microsoft, la banca ING, l’Università della Tecnologia di Delft (Olanda) e due musei olandesi (Mauritshuis e Rembrandthuis). “Il nostro obiettivo – spiega Emmanuel Flores, direttore tecnologico del progetto – era realizzare una macchina che lavorasse come Rembrandt, così da capire meglio quali siano i segreti alla base di un capolavoro”. Il ritratto sarà esposto prossimamente al pubblico, anche se al momento non si hanno dettagli su dove e quando sarà realizzata la mostra.

Ora attendiamo che qualcuno sviluppi un algoritmo in grado di distinguere i dipinti originali dalle imitazioni 3D...

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE