Il mercato dei dati digitali rubati e venduti: il report di McAfee

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 22 Novembre 15 Autore: Fabio Negri
Il mercato dei dati digitali rubati e venduti: il report di McAfee
La società di sicurezza McAfee Labs di Intel Security Group ha pubblicato un report intitolato ‘The Hidden Data Economy’ relativo a un aspetto molto importante del cybercrime.

L’indagine si fa carico di fotografare lo stato attuale dei dati rubati (per essere in seguito rivenduti) dal web dividendoli in tipologie come ad esempio il furto delle carte di credito, le credenziali di accesso agli account bancari per bonifici e conti correnti, trasferimento di denaro, user e password per servizi a pagamento online, fino all’accesso alle reti aziendali e oltre.

Il mercato nero di questo tipo di dati quota fino a 1 Dollaro i dati relativi alle credenziali per il video streaming, passando per i 7,50 Dollari per servizi di streaming premium via cavo per arrivare ai 15 Dollari per lo sport in streaming professionale.

Insomma, il quadro dipinto dal report di McAfee Labs (che comunque riporta solo la punta di un iceberg costituita dalla vendita di dati rubati in rapporto al cybercrime) ci mostra come la criminalità informatica sia ormai non solo arrivata alla portata di tutti, compresi coloro che sono poco esperti di tecnologia, ma sia ormai defintivamente un business – criminale, certo, ma non di poco conto.

Come se non bastasse, da uno sguardo di insieme sui dati emersi è evidenziato come anche l’eco sistema del cybercrime si sia rapidamente evoluto per offrire servizi e strumenti per chiunque aspiri a un comportamento criminale. Proprio questa brutta abitudine, dice Raj Samani, CTO di Intel Secuity EMEA, è stata la molla che ha guidato la crescita esponenziale delle dimensioni, della frequenza e della gravità degli attacchi informatici.

Ciascuno di noi può stare a guardare, inerte, oppure considerare anche un semplice piccolo suggerimento che non fa mai male: usiamo il buon senso quando navighiamo o ci approcciamo alla tecnologia in genere e diventiamo creativi quando creiamo le password per i nostri account.

Non diteci che ancora qualcuno di voi usa come password la parola “password”.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Sicurezza

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate