Il Garante della privacy tedesco blocca il passaggio di dati da WhatsApp a Facebook

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 28 Settembre 16 Autore: Stefano Fossati
Il "passaggio dei dati" da WhatsApp alla "casa madre" Facebook non va giù a molti utenti, ma soprattutto alle autorità sulla privacy di diversi Paesi Europei. Prima fra tutte quella della città-regione di Amburgo,, che ha ufficialmente ordinato a Facebook di cancellare i dati dei 35 milioni di utenti di WhatsApp in Germania e ha vietato di raccoglierne di nuovi. Il Garante per la privacy di Amburgo, Johannes Caspar, ha detto che "gli utenti devono essere in grado di decidere da soli se vogliono che i loro accounts di WhatsApp e Facebook siano collegati" e ha aggiunto di voler cercare un coordinamento con le authority di altri Paesi Europei.

Anche in Italia il Garante della privacy ha aperto un´inchiesta dopo che l´app di messaggistica ha modificato ad agosto la sua policy sulla privacy per poter mettere a disposizione di Facebook informazioni sui suoi utenti, anche per scopi di marketing. "Il Garante - si legge in una nota di quest´ultimo - ha invitato WhatsApp e Facebook a fornire tutti gli elementi utili alla valutazione del caso: la tipologia di dati che WhatsApp intende mettere a disposizione di Facebook; le modalità per la acquisizione del consenso da parte degli utenti alla comunicazione dei dati; le misure per garantire l´esercizio dei diritti riconosciuti dalla normativa italiana sulla privacy".

Il Garante della privacy tedesco blocca il passaggio di dati da WhatsApp a Facebook - immagine 1

Inoltre "il Garante ha chiesto di chiarire se i dati riferiti agli utenti di WhatsApp, ma non di Facebook, siano anch´essi comunicati alla società di Menlo Park, e di fornire elementi riguardo al rispetto del principio di finalità, considerato che nell´informativa originariamente resa agli utenti WhatsApp non faceva alcun riferimento alla finalità di marketing".

WhatsApp, da parte sua, fa sapere di rispettare le leggi dell´Unione Europea in materia e promette di collaborare con l´autorità italiana: "Lavoreremo con il Garante della Privacy italiano nel tentativo di rispondere alle sue domande e di risolvere eventuali problemi".

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate