Il DynaTac e la nascita dei dispositivi mobili

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 13 Maggio 16 Autore: Fabio Ferraro
Siamo a New York nell’ormai lontano 3 aprile 1973. Un gruppo di giornalisti e curiosi sono radunati intorno ad un uomo che ha in mano uno strano dispositivo, sgraziato e pesante! Questo oggetto gli permetterà di effettuare la prima telefonata da cellulare, indirizzata a Joel S. Engel, capo della ricerca della Bell Labs. L’uomo è Martin Cooper e quello che ha in mano è la sua invenzione: il Motorola DynaTac, il primo cellulare della storia. Pesava oltre un Kilo, aveva un’autonomia di mezzora a fronte di un tempo di ricarica della batteria di 10 ore. Queste qualità, ai giorni nostri potranno far sorridere ma, all’epoca era un vero gioiello della tecnologia. La vera innovazione,però, fu anche ideologica: l’interesse di una telefonata si spostava dal luogo alla persona.

Il DynaTac e la nascita dei dispositivi mobili - immagine 1

Se il 1973 è l’anno della prima telefonata da dispositivo mobile, per arrivare alla commercializzazione dovremo fare uno skip temporale di 11 anni, arrivando al 1984, anno di uscita del primo modello di cellulare commerciale: il Motorola DynaTac 8000X.
Pesava 793 g e aveva una form factor a mattonella (brick). Permetteva un’autonomia di 30 minuti e richiedeva un tempo di ricarica di 6 ore. Fra le funzioni offerte da questo dispositivo possiamo trovare dei tasti funzione per il volume, il blocco del dispositivo e la memorizzazione di numeri (poteva infatti salvare fino a 30 contatti). Integrava inoltre uno schermo a led per visualizzare i numeri oltre, ovviamente, al tastierino numerico per permettere la composizione dei numeri.

Il DynaTac e la nascita dei dispositivi mobili - immagine 2

Il Motorola DynaTac 8000X era acquistabile al prezzo di 3.995 dollari (circa 9.000 euro attuali). Si trattava quindi di un prodotto destinato a persone benestanti, quindi simbolo di ricchezza. Ne furono venduti 300.000 esemplari.
Negli anni successivi altre aziende si interessarono alla produzione di cellulari che, con il passare del tempo diventavano sempre più piccoli e con autonomia maggiore ma, soprattutto, economici e alla portata di tutti.

Il DynaTac e la nascita dei dispositivi mobili - immagine 3

La tendenza che portava alla ricerca di dimensioni sempre minori ebbe una brusca sterzata  con l’uscita del primo iPhone (2007). Da allora, si ritornò a dispositivi sempre più grandi per poter sfruttare a pieno le capacità della tecnologia touch (ed infatti, ad oggi, i dispositivi di alta fascia hanno, sempre, un’elevata ampiezza di schermo, mantenendo però un profilo sottile).

Il DynaTac e la nascita dei dispositivi mobili - immagine 4

Ma, che si pensi ai prodotti Nokia di fine anni 90 o a un qualsiasi smartphone di ultima generazione, tutto si deve a quella prima telefonata che Cooper effettuò con la mattonella DynaTac in quel lontano 1973…
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE