I truffatori online puntano ai clienti Apple: “Hanno più soldi”

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 14 Aprile 16 Autore: Stefano Fossati
Sono ormai lontani i tempi in cui i dispositivi Apple potevano essere ritenuti relativamente al sicuro da virus e attacchi informatici: il successo ottenuto dalla casa di Cupertino nell’ultimo decennio ha fatto sì che l’interesse dei cybercriminali per i prodotti della mela aumentasse di pari passo con la loro diffusione sul mercato. Proprio in questi giorni circolano due insidiosi “scam” che prendono di mira gli utenti Apple cercando di ottenere informazioni per l’accesso ai loro account. Secondo gli esperti di sicurezza, gli utenti Apple sono particolarmente “ricercati” dai criminali in Rete, per un semplice motivo: essendo i prodotti di Cupertino mediamente più costosi rispetto a quelli della concorrenza, si presume che i loro acquirenti abbiano generalmente maggiori disponibilità economiche.

Il primo scam consiste in un messaggio che arriva via mail o sms e avvisa l’utente del fatto che il suo Apple ID sta per scadere, invitando a cliccare su un link che conduce a un sito apparentemente di Apple, in realtà falso, in cui viene richiesto di reinserire i dati di accesso al proprio account per poterlo rinnovare. Facendo leva sulla fiducia dei clienti nel brand Apple, i criminali cercano così di conquistare l’accesso al loro account Apple: una volta ottenutolo, possono ad esempio accedere ai dati delle eventuali carte di credito associate dall’utente all’Apple ID.

I truffatori online puntano ai clienti Apple: “Hanno più soldi” - immagine 1

Apple, nella sezione supporto del suo sito, invita i clienti a non inserire i loro dati su siti “sospetti”. In generale, le regole base della prudenza suggeriscono di non cliccare su link contenuti in messaggi che invitano a reinserire i propri dati di accesso all’Apple ID come a piattaforme di ecommerce, home banking, carte di credito. Il falso sito in questione, peraltro, viene ora bloccato dai browser web.

Un secondo scam invita ad aggiornare Adobe Flash sul proprio Mac installando una nuova versione del software. Che, ovviamente, si rivela invece essere un malware, in grado anche di aggirare l’impostazione di sicurezza che impedisce l’installazione in Mac OS X di applicazioni provenienti da sviluppatori sconosciuti. Sembra infatti che i cybercriminali che lo hanno realizzato siano riusciti a entrare in possesso di un certificato Apple Developer, con il risultato che il software viene riconosciuto dal sistema operativo come “certificato e sicuro” ed installato tranquillamente. Per evitare problemi meglio accertarsi che Flash Player sia impostato per aggiornarsi automaticamente e ignorare eventuali messaggi che invitano a installare la versione più recente.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Sicurezza

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate