I siti preferiti dai bambini? Social network, giochi e pagine che parlano di droga

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 03 Giugno 16 Autore: Stefano Fossati
I bambini sul web sono decisamente “social”: social network, email e chat rappresentano infatti il 67% della loro attività online, contro l’11% dei portali di gioco e il 9% dei siti con informazioni su alcol, droghe e tabacco. Lo rileva un report realizzato da Kaspersky Lab sulla base delle statistiche anonime rilevate negli ultimi 12 mesi dalle soluzioni per Windows e Mac della società con il modulo di Parental Control attivato, che mostra le percentuali delle pagine web visitate o a cui si è tentato di accedere con contenuti potenzialmente pericolosi.

Dalle statiche emerge che nel periodo analizzato sono diminuiti l’utilizzo degli strumenti di comunicazione e le visite da parte dei bambini ai siti con contenuti per adulti. Un trend che, secondo gli esperti, può essere spiegato dalla migrazione della maggior parte delle attività dei bambini verso i dispositivi mobile, che non sono stati presi in esame dal report.

I siti preferiti dai bambini? Social network, giochi e pagine che parlano di droga - immagine 1

I dati mostrano comunque comportamenti diversi da Paese a Paese. La categoria “Strumenti di comunicazione su Internet” ha avuto più successo in Messico (86%), Russia, Brasile e Italia (tutti lievemente superiori al 70%). In questo periodo, i giovani utenti meno comunicativi sono stati invece quelli di Cina (30%), Germania (31%) e Regno Unito (32%). Peraltro, meno è diffusa questa categoria in un Paese, più lo è quella dei “Giochi per computer”: i bambini che giocano di più online sono quelli di Regno Unito (28%), Germania (26%) e Australia (21%), mentre i giovani utenti di Messico (4%), Italia (6%) e Giappone (7%) lo fanno meno spesso.

Quando si tratta di guardare video, ascoltare musica e scaricare file, i bambini del Giappone sono i primi della classifica (12% di tutte le notifiche del Parental Control); i piccoli giapponesi sono inoltre quelli che fanno più acquisti online (17%), insieme a quelli cinesi (20%). La categoria “Alcol, tabacco e droghe” ha visto il maggior numero di notifiche provenire dalla Germania (23%) e dal Regno Unito (25%). I “Contenuti per adulti” hanno invece generato più interesse in Cina (23%) e Giappone (5%), mentre questi argomenti si sono rivelati meno interessanti nel Regno Unito e negli Stati Uniti (entrambi sotto l’1%).

I siti preferiti dai bambini? Social network, giochi e pagine che parlano di droga - immagine 2

“La popolarità di alcuni tipi di siti tra i bambini di diversi Paesi può essere collegata agli aspetti culturali e alle condizioni economiche dello Stato”, commenta Morten Lehn, General Manager di Kaspersky Lab Italia. “Vediamo che i bambini stanno diventando sempre più autonomi online: scelgono che musica ascoltare, che film e cartoni vedere e quali software installare. L’indipendenza è positiva, ma sul web, come nel mondo reale, è importante guidare i più giovani e insegnar loro come comportarsi in modo intelligente, sicuro e responsabile. Noi di Kaspersky Lab crediamo che per impedire che i propri figli entrino in contatto con contenuti pericolosi, i genitori dovrebbero combinare una soluzione di sicurezza completa con una comunicazione costante. Parlarne permette ai giovani utenti di riconoscere le minacce online e aiuta a instaurare un rapporto di fiducia con i familiari, mentre le soluzioni di sicurezza offrono una base per questo genere di conversazioni e un ambiente sicuro per tutta la famiglia”.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE