I robot, braccia per l´agricoltura

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 12 Marzo 16 Autore: Pinter
La giapponese Spread sta per avviare un nuovo tipo di coltivazione, in una serra che sarà quasi completamente automatizzata. Braccia rubate all´agricoltura: gli esseri umani si limiteranno a seminare la lattuga, e tutto il resto del lavoro sarà fatto da robot. I vantaggi includono riduzione dei costi e miglioramento dei valori nutritivi.

In Giappone sta per aprire un´altra coltivazione gestita quasi completamente da robot. Il progetto sarà avviato nel 2017, e le macchine si occuperanno di irrigazione e raccolto, mentre agli operatori umani resterà il compito di seminare.

La coltivazione sarà indoor, quindi in serra, e all´inizio porterà alla produzione di 50.000 lattughe al giorno (dalle 21.000 attuali) su una superficie di 4.400 metri quadrati, senza l´uso di pesticidi. Si spera di arrivare al mezzo milione di piante al giorno entro cinque anni. I robot analizzeranno anche l´aria per monitorare il livello di diossido di carbonio, e regoleranno l´illuminazione per ottimizzare la crescita delle piante.

I robot, braccia per l´agricoltura - immagine 1

"I semi saranno ancora piantati da umani, ma ogni altro passo, dal trapiantare le piantine in spazi più grandi mano a mano che crescono fino al raccolto, sarà automatizzato", ha spiegato un dirigente di Spread.

Secondo Spread, la società di Kyoto che ha dato vita al progetto, questa serra robotizzata permetterà di risparmiare molto, circa la metà, non solo sui costi del personale, ma anche su quelli energetici - che potrebbero ridursi di quasi un terzo. Circa il 98% dell´acqua usata per l´irrigazione inoltre sarà riciclata.

Il primo pensiero va inevitabilmente alla perdita di posti di lavoro umani e questa notizia conferma nuovamente l´emergenza che dovremo affrontare nei prossimi anni. Ma ci sono anche dei vantaggi: oltre al citato risparmio energetico, infatti, secondo Spread la lattuga coltivata con questo metodo avrà un contenuto maggiore in beta carotene e antiossidanti.
La riduzione dei costi, inoltre, potrebbe riflettersi in costi minori per il pubblico.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE