I droni ti porteranno la pizza a domicilio

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 26 Agosto 16 Autore: Stefano Fossati
Domino Pizza e Flirtey hanno avviato ad Auckland, in Nuova Zelanda, il primo servizio commerciale di consegne tramite droni teleguidati, che dovrebbero essere presto in grado di consegnare pizze a domicilio direttamente dal cielo. L’iniziativa è della filiale australiana del colosso mondiale della pizza, con sede a Brisbane: la scelta della Nuova Zelanda per avviare il servizio è dovuta al fatto che le leggi di questo Paese consentono già l’utilizzo di velivoli telecomandati.

I droni ti porteranno la pizza a domicilio - immagine 1

Dopo i test dimostrativi necessari per ottenere i permessi dalle autorità neozelandesi, Domino conta di avviare entro l’anno in alcuni selezionati punti vendita la sperimentazione porta a porta dei droni per recapitare le pizze a casa dei clienti. Il vulcanico CEO di Domino Pizza Australia, Don Meij, spiega che il ricorso ai droni consentirebbe alla società di rispondere adeguatamente all’aumento di richieste registrato negli ultimi mesi, aggiungendo che il successo dei primi test di consegna con i velivoli è stato “impressionante”. Per il futuro, Domino fa sapere di voler sperimentare le consegne con i droni in altri sei mercati: Francia, Germania, Belgio, Olanda, Australia e Giappone.

Non si tratta comunque del primo esperimento condotto dalla filiale australiana di Domino Pizza per esplorare tecnologie innovative per le consegne: nei mesi scorsi la società ha realizzato e testato il DRU, un piccolo veicolo a guida autonoma attrezzato con un doppio scomparto interno (uno riscaldato, l’altro refrigerato) per il trasporto di pizze e bibite al domicilio dei clienti a una velocità di 18-20 km/h. Meij ha sottolineato che i droni potrebbero effettuare i loro servizi parallelamente a quelli dei DRU e degli altri sistemi di consegna già esistenti, integrandosi nel sistema di ordini online di Domino.

“Abbiamo sempre detto che non ha senso utilizzare un furgone da 2 tonnellate per consegnare 2 chilogrammi di pizza”, ha ribadito il CEO; “I droni ci consentirebbero di estendere le attuali aree di consegna rimuovendo barriere come il traffico e gli accessi, così come di offrire un’opzione di consegna più veloce e sicura”.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE