I Panama Papers sono stati possibili grazie a un hacker

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 07 Aprile 16 Autore: Andrea Mancini
Non c´è quotidiano o sito mondiale che non stia parlando dei Panama Papers, lo scandalo globale che ha rivelato come molte personalità influenti utilizzassero paradisi fiscali per depositare i propri guadagni ed evitare di pagare le tasse nel paese d´origine. Anche alcuni personaggi italiani come Luca Cordero di Montezemolo e Jarno Trulli sembrerebbero coinvolti nell´inchiesta lanciata dal giornale tedesco Süddeutsche Zeitung.

I reporter del quotidiano con base in Germania hanno detto di aver ricevuto i contenuti del reportage da una fonte interna all´azienda Mossack Fonseca, che si occupava di trasferire il denaro dei clienti nei paradisi fiscali. Si parla di più di dieci milioni di dati e per questo è stato considerato il leak, ovvero la fuoriuscita di notizie, più grande mai avvenuta nel mondo dell´informazione anche più di quella che ha coinvolto l´ex militare americano Edward Snowden. A quanto pare però non sarebbe stata una fonte interna a svelare i numeri riportati nelle pagine dei Panama Papers.

I Panama Papers sono stati possibili grazie a un hacker - immagine 1

"Non si tratta di un leak, ma di un hack. Abbiamo subito un attacco da parte di un hacker" ha detto Ramon Fonseca, a capo dell´azienda incriminata, all´agenzia Reuters. Fonseca inoltre ha detto che la sua ditta sta cercando di ricomporre i fatti e capire come sia stato possibile che qualcuno si sia intrufolato con tale facilità nei propri server di sicurezza. "Tutti parlano dei Panama Papers, ma nessuno sta discutendo sull´attacco hack che abbiamo subito. Finora è questo l´unico vero avvenimento illegale" ha concluso il capo della Mossack Fonseca.

Le autorità intanto stanno cominciando a indagare sui conti dei clienti dell´azienda per vedere se esistano reati gravi. La prima persona a farsi da parte dopo l´uscita dei file è stato il premier islandese che aveva fatto uso dei servizi dell´agenzia. Se sia stata una fonte interna, magari con l´aiuto di un gruppo di hacker, non è ancora dato saperlo ma di certo in futuro le aziende si premureranno ancora di più per restare al sicuro come fatto addirittura dal Pentagono americano di recente.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Sicurezza

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE