HD SATA vs SSD

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 01 Gennaio 16 Autore: Fabio Ferraro
In due articoli precedenti abbiamo parlato dei dispositivi di memoria di massa presenti all’interno di un pc : l’Hard Disk Sata e il Solid State Drive.

Per quanto entrambi permettano la memorizzazione non volatile di dati all’interno di un computer, sono profondamente diversi, tanto nell’architettura quanto nelle prestazioni.

Un hard disk utilizza dischi magnetici per la memorizzazione dei dati, e le operazioni di scrittura e lettura avvengono grazie a delle testine mobili azionati da motori.

In un Ssd invece, i dati vengono immagazzinati grazie a dei transistor caricati elettricamente (tecnologia tipica delle memorie flash). Non utilizzano quindi parti meccaniche per funzionare.

La presenza di parti in movimento, in un Hard Disk, compromettono le prestazioni: infatti, lo spostamento della testina, come anche il girare dei dischi magnetici, per quanto veloci e impercettibili, non possono scendere oltre determinati limiti dettati dalla fisica. Dovendo dialogare con componenti molto più veloci, quali il processore e la ram, il disco rigido diventa quasi una palla al piede: il processore, per quanto veloce, rimarrà spesso inattivo in attesa di ricevere i dati dall’hard disk, creando così il cosiddetto “collo di bottiglia”.

HD SATA vs SSD - immagine 1

Un Ssd, non avendo i limiti posti dalle parti meccaniche, ha invece prestazioni decine, o anche centinaia di volte superiore a quelle di un Hard disk. Questo migliora la comunicazione fra l’unità di memoria di massa e gli altri dispositivi, velocizzando complessivamente tutto il sistema.
HD SATA vs SSD - immagine 2
Inoltre, un Ssd non ha problemi relativa all’usura dovuto all’utilizzo, ed è più resistente ad urti. Ha però una durata di vita limitata, tipica delle memorie flash: potrà infatti sopportare un numero limitato (anche se molto ampio) di sovrascritture. Per prolungare la vita di un Ssd, è quindi consigliato favorire dati che richiedono lettura più che sovrascrittura, e non compiere processi quali deframmentazione (invece essenziali per gli Hard Disk) o wiping.

Un Ssd è la memoria adatta per l’installazione del sistema operativo, mentre per i file di grandi dimensioni o per file che vengono modificati spesso, è consigliabile utilizzare un hard disk tradizionale.

Questo è dovuto anche a un fattore prettamente economico: i dischi rigidi costano significativamente di meno a drive a stato solido. Mentre è facile acquistare a poco prezzo hd disk con capienze sull’ordine dei Tb, i costi di un Ssd sono nettamente superiori, rendendo difficilmente accessibile l’acquisto a dispositivi di grandi dimensioni (in genere si utilizzano ssd di 128 o 256 Gb).
HD SATA vs SSD - immagine 3

Personalmente consiglio di utilizzare un sistema ibrido: un ssd offre prestazioni elevate, ed è adatto per l’installazione del sistema operativo e dei programmi, mentre per i dati, ci si può affidare ancora al tradizionale Hard disk!

Configurazione consigliata per un Personal Computer 

1 HD SSD da 256 GB per il sistema operativo e tutte le applicazioni;
1 HD SATA da 2 TB per i Dati.

Se si vuole acquistare un dispositivo NAS per il salvataggio dei dati, decisamente
2 HD sata da 3TB. 


La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE