Google svela Android N: tutte le novità

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 10 Marzo 16 Autore: Stefano Fossati
Google svela le novità di Android 7 (o Android N): il colosso di Mountain View ha infatti reso disponibili per gli sviluppatori la prima “developer preview edition” della prossima evoluzione del suo sistema operativo mobile, così da consentire sin da oggi l’ottimizzazione delle applicazioni in vista del rilascio della versione definitiva, che dovrebbe debuttare sui primi dispositivi verso fine anno. La developer edition è disponibile per gli smartphone Nexus 6P, Nexus 5X e Nexus 6, i tablet Pixel C e Nexus 9, il set-top-box Nexus Player e lo smartphone General Mobile 4G della linea Android One.

Google svela Android N: tutte le novità - immagine 1

Sebbene ancora in fase di sviluppo, questa preview mostra quali saranno le novità fondamentali che caratterizzeranno la futura versione di Android: alcune erano attese, altre sono delle piacevoli sorprese. Ecco le principali, in attesa di conoscere quale sarà il dolce che darà il nome – rigorosamente con la lettera iniziale N - ad Android 7.
 
Multi-window – Per gli utenti di dispositivi Android di diversi produttori (fra cui Samsung, LG e HTC) non è una novità, ma finalmente il sistema operativo di Google supporta in maniera nativa la possibilità di affiancare più app sullo schermo. Utile soprattutto sui tablet, ma anche sulle smart tv basate su Android per la funzione “picture-in-picture”.

Google svela Android N: tutte le novità - immagine 2

Filtro chiamate e blocco dei numeri indesiderati – Altra funzione da tempo disponibile grazie ad app di terze parti, sarà supportata da Android attraverso delle API dedicate che potranno essere utilizzate dall’applicazione telefonica di default per filtrare le chiamate in entrata. Attraverso il servizio CallScreeningService, l’app Telefono potrà essere impostata per rifiutare le chiamate da determinati numeri, per non mostrarle nel registro chiamate o per non notificarle all’utente. Inoltre, attraverso un framework API, le app Telefono e Messaggi e le applicazioni degli operatori telefonici potranno accedere a “black list” di numeri bloccati direttamente dagli operatori stessi. Queste liste non saranno comunque accessibili da altre app.

Risposta diretta nelle notifiche – Grazie all’API RemoteInput notification, già inclusa in Android Wear, le applicazioni di messaggistica potranno consentire all’utente di rispondere direttamente in coda alle notifiche dei messaggi ricevuti, senza la necessità di avviare l’app.

Google svela Android N: tutte le novità - immagine 3

Risparmio dati – Questa nuova funzionalità permetterà di ridurre il consumo di dati sulle reti 3G/4G da parte delle app, ad esempio quando si è in roaming oppure stanno per terminare i gigabyte disponibili per il proprio piano tariffario, o magari si dispone di un piano prepagato economico che offre un traffico dati limitato. Gli utenti potranno avere il controllo sul traffico dati utilizzato da ogni singola app, mentre gli sviluppatori potranno ottimizzare l’efficienza delle loro applicazioni quando questa modalità sarà attivata.

Google svela Android N: tutte le novità - immagine 4

Efficienza della batteria – Grazie allo sviluppo della modalità Doze introdotta in Marshmallow, Android N ridurrà drasticamente il consumo energetico non solo quando il dispositivo è in standby, ma anche quando lo schermo è spento.

Ottimizzazione della memoria – Proseguendo sulla strada già seguita per le più recenti versioni di Android, Google punta a ridurre ulteriormente i requisiti minimi di memoria richiesti dal sistema operativo, in modo da poterlo diffondere sul maggior numero di dispositivi possibile. In Android N l’API JobScheduler è stata modificata per ottimizzare la gestione dei processi in background.
 
Direct boot – Grazie a questa nuova funzionalità, gli utenti possono indicare determinate app che possono essere rese disponibili dopo un riavvio del sistema senza la necessità di sbloccare il dispositivo. Ad esempio, si può fare in modo che la sveglia e i messaggi siano operativi nel caso il telefono si riavvii per qualche motivo imprevisto mentre l’utente sta dormendo.

Google svela Android N: tutte le novità - immagine 5

Supporto a Java 8 – Gli sviluppatori potranno includere nelle proprie applicazioni molte caratteristiche del linguaggio Java 8: alcune saranno supportate non solo da Android N ma anche dalle precedenti versioni, a partire dalla “antica” Gingerbread, altre invece saranno disponibili solo nella futura release.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate