Google abbandona il progetto sui visori VR?

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 31 Luglio 16 Autore: Fabio Ferraro
Durante il Google I/O dello scorso maggio, l’azienda di Mountain View ha annunciato ai developers un progetto per integrare sempre più la realtà virtuale con il sistema operativo Android.
Questo processo passerà attraverso lo sviluppo di un visore, applicato al proprio smartphone, che permetterà all’utente di immergersi completamente nella realtà virtuale. Per vivere al meglio l’esperienza digitale, l’utente avrà a disposizione un controller con due tasti e numerosi sensori, in grado di avvertire qualsiasi movimento e dare la possibilità all’utilizzatore di “muoversi” ed interagire con  l’ambiente virtuale. Il tutto sarà correlato da un parco nutrito di app, a cui diversi sviluppatori già stanno lavorando, e da un prezzo accessibile a tutti. Tutto ciò fa parte del progetto DayDream, evoluzione tecnologica delle cartonate ed economiche CardBoard, che hanno però avuto l’importante compito di far avvicinare gli utenti al mondo della realtà virtuale, fungendo da trampolino da lancio per questa tecnologia. La versione 7.0 di Android, Nougat, sarà nativamente compatibile con i visori VR e frattanto, alcune delle software house più importanti nel mondo mobile sembrano intenzionate a voler integrare il supporto al Daydream.

Google abbandona il progetto sui visori VR? - immagine 1

Se è quindi vivo l’interesse che Google riversa nello sviluppo di gadget destinati ad integrarsi con dispositivi mobile per sfruttare la tecnologia VR, sembra invece sulla via del tramonto lo studio per la creazione di un visore VR di alta fascia in grado di lavorare indipendentemente, senza quindi aver bisogno di una connessione ad un computer o a un dispositivo mobile. Questo visore avrebbe dovuto avere un sistema operativo integrato, non basato su Android, e un aspetto simile a prodotti di successo concorrenti, quali Oculus Rift o HTC Vive.

Google abbandona il progetto sui visori VR? - immagine 2

Il progetto, sotto il controllo del team di Google X, sembra però naufragato, in quanto l’azienda di Mountain View sembra intenzionata a dirottare gli investimenti per il visore verso lo sviluppo di progetti quali DayDream e altri prodotti che uniscono tecnologia mobile e realtà vrtuale. L’indiscrezione, rivelata da Recode, non è comunque stata confermata da Google.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE