Google Music fa flop negli USA

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 24 Febbraio 12 Autore: Gianplugged
Google Music fa flop negli USA
Non tutte le ciambelle riescono con il buco e Google lo sa bene. Nella sede di Mountain View le esperienze fallimentari di Wave e di Buzz saranno ricordate a lungo. E adesso, la possibilità che Google si ritrovi alle prese con un nuovo flop comincia a essere piuttosto reale.

Secondo notizie venute in possesso di CNET infatti, Google Music, il locker musicale lanciato negli USA dal gigante della ricerca internet circa tre mesi fa, sta performando notevolmente al di sotto delle aspettative in termini di iscrizioni e quindi di revenue.

E´ indubbio che il servizio di Google sia stato varato portando con sé alcuni peccati originali: intanto la mancanza dei contenuti di Warner, una delle principali major del settore. Quindi, l´ingresso nel mercato con notevole ritardo rispetto a soggetti ormai consolidati, uno su tutti naturalmente iTunes, su piazza da più di otto anni.

Google sperava che proporre ai navigatori la possibilità di appoggiarsi ai server di Mountain View per effettuare il backup della loro musica e poterla quindi ascoltare sui vari dispositivi, potesse essere sufficiente a far decollare il servizio, ma evidentemente ciò non è bastato.

Google Music richiede l´upload integrale dei brani on the cloud ed è un limite troppo grande rispetto a servizi simili come iTunes Match, che scansionano e allineano i brani delle librerie musicali senza la necessità di doverli uploadare integralmente da locale. iTunes Match costa 25 dollari l´anno, mentre Google Music è gratuito. Ma non è bastato neppure questo per far decollare il locker musicale di Google.

Nemmeno l´aspetto sociale del servizio, che consente di condividere l´ascolto dei brani su Google+ è stato un volano incisivo. E´ancora troppo grande il divario tra il social network di Google, che può contare su 90 milioni di utenti e quello di Facebook che di utenti ne ha più di 800 milioni, il quale è già attivo sul fronte musicale online, grazie a partnership messe in atto con servizi musicali di terze parti come Spotify.

Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE