Google, immagini satellitari più dettagliate su Earth e Maps

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 17 Luglio 16 Autore: Stefano Fossati
Immagini più nitide, chiare e ad alta risoluzione su Google Earth. Il colosso californiano sta infatti aggiornando gradualmente le foto satellitari della sua applicazione (così come nella vista satellitare di Google Maps), che ora sono quelle scattate nel 2013 dal satellite Landsat 8 per la Nasa e il servizio di ricerche geologiche degli Stati Uniti. Il confronto mostra un deciso passo avanti rispetto alle immagini utilizzate precedentemente, provenienti dal satellite Landsat 7 e sulle quali, per la prima volta, Google aveva applicato una nuova tecnologia che consentiva di migliorare la vista satellitare rimuovendo artefatti come nuvole e altri effetti atmosferici.

Quelle immagini, scattate nel 2003, erano tuttavia affette dalla presenza di righe diagonali, dovute a un malfunzionamento hardware delle apparecchiature del satellite: Google aveva deciso di utilizzarle comunque, essendo sul piano qualitativo le migliori immagini satellitari disponibili all’epoca, sobbarcandosi tuttavia il lavoro di “correzione” delle righe attraverso l’analisi delle diverse foto che ritraevano la stessa parte del mondo.

Google, immagini satellitari più dettagliate su Earth e Maps - immagine 1

Ma con Landsat 8, oltre a non esservi errori da correggere, il salto di qualità è evidente: il nuovo satellite, sottolinea Google sul blog di Google Maps, è in grado di catturare immagini con “migliori dettagli, colori più fedeli e con una frequenza senza precedenti”, scattando ogni giorno il doppio delle foto rispetto a Landsat 7. In tutto, quasi un petabyte di dati, ovvero oltre 700mila miliardi di pixel. Il che consente di visualizzare in Google Earth e Google Maps immagini sempre senza nuvole.

Ora, ingrandendo i dettagli, è possibile distinguere chiaramente tetti e terrazze sugli edifici, le ombre dei palazzi e altri particolari che prima risultavano sfuocati e poco chiari. Il programma Landsat è stato lanciato nel 1972 per monitorare i cambiamenti della terra nel corso degli anni e i suoi dati sono aperti e accessibili, motivo per il quale Google li usa regolarmente per aggiornare costantemente le sue applicazioni.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE