Gli hacker si schierano dalla parte di Apple

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 09 Aprile 16 Autore: Andrea Mancini
La querelle FBI – Apple ha rischiato di finire in tribunale dopo che l´azienda fondata da Steve Jobs si era rifiutata di aiutare le forze dell´ordine a sbloccare l´iPhone dell´assassino che ha compiuto la strage di San Bernardino. Alla fine la polizia federale americana è riuscita a entrare comunque nel dispositivo, ma sono nate diverse polemiche sul comportamento della Apple.

A sorpresa a fianco della ditta di Cupertino si sono schierati gli hacker, che di solito non vanno molto d´accordo con le multinazionali. Il CEO di Tor, ovvero il motore di ricerca che permette l´accesso al dark web, ha scritto un lungo post per spiegare la sua scelta. “Il nostro progetto esiste per permettere privacy e restare anonimi agli utenti. Per questo appoggiamo la scelta di Apple di rendere crittografati i messaggi dei suoi utenti e non concederli ad altre utenze” ha scritto Mike Perry di Tor con il sostegno della maggior parte degli utenti del dark web.

Gli hacker si schierano dalla parte di Apple - immagine 1

Nel cosiddetto dark web si nascondono spesso hacker che operano al limite della legalità, organizzando attacchi e compiendo compravendita di materiali illegali. In passato c´è stato più di un tentativo da parte degli utenti di Tor di entrare nel sistema della Apple, per questo le parole di supporto di Perry sono giunte come una sorpresa. Da sempre chi utilizza il motore di ricerca anonimo si batte contro le grandi aziende del mondo, ma evidentemente la presa di posizione della Apple è piaciuta anche gli hacker.

D´altronde dall´altra parte c´era un nemico forse ancora più grande, ovvero l´FBI, anche se di recente è stato addirittura il Pentagono a chiedere l´intervento degli hacker. Fra tentativi di avvicinamento e proposte di attacchi online, il mondo hacker non si era mai schierato apertamente con una fazione. Le parole del direttore di Tor potrebbero significare una nuova intesa fra il dark web e la Apple che in passato ha assunto alcuni ex hacker per farli diventare degli sviluppatori. Grazie a questa mossa la Apple si è attirata le simpatie del deep web, ma bisognerà vedere fino a quando dureranno.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Sicurezza

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE