Giro di vite per le aziende che non prendono provvedimenti per la sicurezza informatica

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 26 Settembre 15 Autore: Pinter
Giro di vite per le aziende che non prendono provvedimenti per la sicurezza informatica
Ora l´autorità per il commercio U.S.A. avrà il diritto di multare le società che non fanno abbastanza per proteggere i propri utenti contro i crimini informatici. Grazie a una recente sentenza, la Federal Trade Commission ha il potere di forzare le aziende a gestire la sicurezza informatica come si deve.

E´ una volta storica, perché fin´ora le autorità nazionali non avevano mai avuto un potere simile. In questo modo anche con le automobili si potranno stabilire dei parametri di sicurezza informatica e obbligare le aziende a rispettarli.

In Europa siamo già partiti con la conservazione dei dati e la privacy; in Italia è appunto il Garante per la privacy a occuparsi della questione, mentre la Federal Trade Commission è l´autorità che regola le attività commerciali in generale, qualcosa di simile alla nostra AGCM ma con maggior potere.

Bisognerà comunque vedere in che modo tale potere sarà esercitato. In ogni caso, il pronunciamento del giudice "riafferma che la FTC ha l´autorità di ritenere le aziende responsabili nel proteggere i dati dei consumatori", ha commentato la presidente della stessa FTC, Edith Ramirez.

In concreto, la Corte di Appello si è pronunciata riguardo al caso che vedeva la FTC contro la società Wyndham Worldwide Corporation, che nel passato aveva subito diversi attacchi informatici, vedendosi sottratti i dati dei propri utenti. Le colpe erano abbastanza importanti: la registrazione dei dati come semplice testo e non crittografato, il mancato controllo sulla solidità delle password nei software di amministrazione, la mancanza di firewall che controllassero la rete aziendale, il mancato controllo sull´accesso di terzi alla rete stessa e molte altre cose.

Basta pensare agli esempi di Ashely Madison ed al caso delle automobili, tra i quali  quello della Chrysler che è dovuta intervenuta richiamando le Jeep Cherokee.

Chiunque può essere il bersaglio di un eventuale attacco; che sia un terrorista o un imbecille, qualcuno potrebbe trovare il modo di collegarsi a tutte le auto vulnerabili in una certa zona e farle impazzire, che a bordo ci siano bersagli strategici o persone qualsiasi.

E se siamo tutti più sensibili quando si parla di auto, non significa che la questione sia trascurabile in altri ambiti. Per questo è importante che a un´autorità come la FTC sia riconosciuto il potere d´intervenire se una certa società non fa abbastanza per contrastare i pericoli del crimine informatico.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Sicurezza

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE