Ghost Bot, il chatbot che si occupa dei messaggi indesiderati

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 19 Settembre 16 Autore: Fabio Ferraro
Grazie al telefonino abbiamo la possibilità di rimanere sempre in contatto con amici, parenti e tutte le persone a noi care. Ma a volte il cellulare può essere anche fonte di fastidio, si pensi ad esempio ad un ex fidanzato/a, un ex marito/moglie, una persona con cui abbiamo discusso o qualcuno con cui vorremmo "tagliare i ponti". In questi casi tramite messaggi, è possibile contattare ripetitivamente e in modo insistente la vittima di tali attenzioni, sfociando in alcuni casi, nel reato di stalking. Dagli Stati Uniti arriva però una soluzione per dissuadere e allontanare anche gli utenti più risoluti: Ghost bot.

Ghost Bot, il chatbot che si occupa dei messaggi indesiderati - immagine 1

Ghost bot è un chatbot realizzato dai developer di Burner. Quest’ultimo è un servizio che offre numeri telefonici virtuali ai propri utenti, da utilizzare ad esempio, per evitare di dare il proprio numero reale a clienti, spasimanti o qualsiasi altra persona a cui, per un qualsiasi motivo, non vogliamo concedere il nostro recapito abituale. A questo servizio, che permette di salvaguardare la nostra privacy, si affianca ora il chatbot Ghost Bot.
 
Ghost Bot, il chatbot che si occupa dei messaggi indesiderati - immagine 2

Questo utilizza un algoritmo in grado di rispondere a tono alle persone indicate al servizio come indesiderate. Il chatbot si prenderà quindi carico dei tentativi di contatto da parte di questi utenti e risponderà con tono sarcastico o gelido a qualsiasi tipo di messaggio inviato dall’utente indesiderato, sia questo un invito ad uscire o una frase maliziosa. Lo scopo ultimo di Ghost Bot sarà di far capire all’utente indesiderato che sta comunicando con un’intelligenza artificiale non sta destando l’interesse del vero destinatario dei suoi messaggi  spingendolo quindi a desistere da ulteriori contatti.

Ghost Bot, il chatbot che si occupa dei messaggi indesiderati - immagine 3

Ghost Bot è per ora, in versione prova e non è disponibile in Italia. In realtà, l’intelligenza artificiale non è in grado, per ora, di dare sempre le risposte più adatte ai messaggi ricevuti ma, secondo gli sviluppatori l’algoritmo dell’intelligenza artificiale è in continua evoluzione.
Sarà quindi un chatbot che si occuperà, in futuro, della gestione della fine di un rapporto?
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE