Fuchsia potrebbe sostituire Android e ChromeOS

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 30 Agosto 16 Autore: Fabio Ferraro
Negli Stati Uniti, ottiene sempre più consensi il sistema operativo per ambiente desktop sviluppato da Google, ChromeOS. Questo successo, unito all’egemonia che Android è riuscito a conquistare, rende l’azienda di Mountain View sempre più leader del settore informatico. Ma, una congiunzione fra il sistema operativo mobile del robottino e ChromeOS è sempre stata una possibilità smentita da Google, nonostante le implementazioni dell´app Android in ambiente desktop. Il motivo è forse da ricercare in un nuovo progetto in via di sviluppo da parte di BigG: Fuchsia.

Fuchsia potrebbe sostituire Android e ChromeOS - immagine 1

Nonostante le poche informazioni rilasciate da Google, i rumors su questo progetto sono numerosi. Fuchsia dovrebbe essere un nuovo sistema operativo unificato, pensato per dispositivi mobile, computer e sistemi embedded. Per permettere questo ampio focus, sarà sostituito il kernel Linux con un microkernel nato dal progetto LittleKernel: Magenta. Questo kernel semplificato ha il vantaggio di poter girare sia su macchine con hardware limitato che, grazie al lavoro degli sviluppatori di Mountain View, su dispositivi avanzati quali smartphone e computer.
Magenta è già stato implementato, con discreti risultati, sul minipc Intel Nuc e sul 2-in-1 Swift Alpha 2 di Acer e a breve, sarà supportato da RasberryPi 3. Almeno secondo i rumors quindi, Google è sempre più interessata all’Internet Of Things, l’internet delle cose. Infatti, un sistema operativo unificato avrebbe il vantaggio di permettere la comunicazione fra computer, dispositivi mobile, televisioni, hub di gestione per la casa, prodotti per uso professionale, smartwatch, automobili con sistemi smart, e tutti quei dispositivi che hanno un accesso ad internet.

Fuchsia potrebbe sostituire Android e ChromeOS - immagine 2

Fuchsia è un progetto completamente open source, sotto licenza MIT. Questo è un ulteriore vantaggio per lo sviluppo del sistema operativo, non limitato dalla più rigida GPL v2 di Linux. È quindi possibile che Fuchsia sia un tentativo, da parte di Google, di creare un sistema operativo che nel futuro, andrà a sostituire Android e Chrome OS, con maggiori libertà di sviluppo e integrazione con l’IoT . Ovviamente, per ora, tutte queste sono solo voci non confermate: per avere maggiori lumi dovremo quindi aspettare dichiarazioni ufficiali da parte di Google.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE