Freewrite: la macchina da scrivere che ti libera da internet

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 24 Febbraio 16 Autore: Pinter
Ricorderete sicuramente Hemingwrite, il progetto di Adam Leeb e Patrick Paul di creare una macchina da scrivere del nuovo millennio. Dalle ceneri del vecchio progetto, nasce Freewrite, una nuova macchina da scrivere, da oggi  finalmente acquistabile, con spedizione a partire da Marzo, al prezzo di  499 dollari.

A un primo impatto potrebbe sembrare quasi un passo indietro sulla strada dell´innovazione, una sorta di ibrido dal punto di visto tecnologico, ma è proprio questa la sua forza: combinare la praticità dei moderni metodi di scrittura con un design rétro. In molti  chiedevano a gran voce, quando si sedevano a una scrivania, di poter scrivere e basta; il team che ha partorito Hemingwrite li ha accontentati andando oltre, dandogli la sensazione di scrivere come se il computer portatile non fosse stato ancora inventato (del resto il nome scelto, omaggio al grande scrittore americano, è già tutto un programma, un richiamo esplicito al passato).
Ne è uscita una tipica macchina da scrivere Anni 80/90, che ricalca il design semplice di quel periodo, solida ma dalle linee essenziali, che riproduce il suono del battere sulle lettere e non consente di fare altro se non di mettere una parola dietro l´altra.

Freewrite: la macchina da scrivere che ti libera da internet - immagine 1

Freewrite ha un telaio in alluminio da 298 x 237 x 70 mm e 1800 grammi di peso. Nella sua scheda tecnica ci sono due display E-Ink con illuminazione integrata. Il primo, principale, è di 121 x 68 mm; il secondo, usato per le informazioni di stato, è una striscia da 113 x 18 mm.

La sua tastiera ha switch Cherry MX Brown ed è disponibile in oltre 10 layout, italiano compreso. Freewrite salva i file generati nella memoria interna o su cloud Google Drive, Evernote e Dropbox, con iCloud in arrivo. C´è anche una USB Type-C per aggiornamenti software e collegamento a PC . La batteria integrata permette 4 settimane di autonomia per 30 minuti di uso al giorno.

Hemingwrite si può connettere alla Rete tramite il wi-fi integrato, ma solo per salvare il proprio lavoro. Un notevole salto in avanti che consente di sincronizzare la memoria interna della macchina con i più diffusi servizi di web editing e clouding (Evernote e Google Docs su tutti): backup costante, più di un milione di pagine memorizzabili che evitano la scocciatura di eliminare man mano i vecchi file, mai più lavori persi per mancanza di corrente o a causa di fogli persi o rovinati, tutto rimane sulla "nuvola digitale".

L´idea è fornire un dispositivo da scrittura senza distrazioni, con il vanto del display e-paper e la piacevolezza della tastiera meccanica. L´azienda rivolge Freewrite a scrittori, blogger, giornalisti, avvocati, cantautori, poeti, executive e via dicendo. È una macchina da scrivere per quei professionisti che sentono il bisogno di liberarsi dal legame con l´internet di oggigiorno.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate