Faceebook affida i trending topic agli algoritmi per evitare polemiche politiche

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 29 Agosto 16 Autore: Stefano Fossati
Facebook affida agli algoritmi l’elaborazione dei “trendig topic”, fino a oggi curati da uno staff interno. La decisione di automatizzare l’identificazione dei trend sul social network segue le polemiche sollevate nei mesi scorsi dal Partito Repubblicano statunitense, che accusava il social network più popolare al mondo di “nascondere” notizie, articoli e siti riconducibili alla destra americana in piena campagna elettorale per la Casa Bianca. Secondo quanto riportato il 9 maggio scorso dal sito Gizmodo, dopo avere sentito alcuni ex lavoratori di Facebook, lo staff responsabile della lista degli articoli più popolari escluderebbe infatti volontariamente quelli di fonti repubblicane. Immediata la richiesta di chiarimenti da parte dei conservatori.

I responsabili di Facebook ribadiscono che "non è stata trovata alcuna traccia di pregiudizi sistemici", sottolineando sul blog ufficiale che "le modifiche permettono al nostro team di prendere meno decisioni individuali sui topics". I trending topic sono stati lanciati su Facebook nel gennaio 2014 e sono stati modificati nella forma attuale lo scorso anno; con l’avvento degli algoritmi assumeranno una forma più vicina a quelli di Twitter: ad esempio, anziché apparire "Marte: Rover della Nasa cattura una visione incredibile a 360 gradi di Marte" si vedrà semplicemente l´argomento "Marte", seguito dal numero delle persone che ne stanno parlando, mentre "#Tokyo2020" sostituirà il più dettagliato "#Tokyo2020: il primo ministro giapponese appare in una performance a sorpresa durante la cerimonia finale di Rio".

Faceebook affida i trending topic agli algoritmi per evitare polemiche politiche - immagine 1

Per saperne di più sull’argomento, gli utenti potranno posizionare il cursore sulla relativa parola o cliccarla per vedere ad esempio le fonti di quella notizia e i post al riguardo, individuati "come in precedenza con algoritmi, in base a volumi alti di menzioni e un forte incremento di menzioni in un periodo di tempo limitato". In ogni caso, precisa l’azienda, l´elenco dei topic visibili "è ancora personalizzato in base a una serie di fattori tra cui le pagine che ti sono piaciute, il luogo in cui ti trovi, i trending topic precedenti con cui hai interagito e cosa va per la maggiore su Facebook in generale".

Il fattore umano non scompare comunque del tutto, "per assicurare che i topic che compaiono restino di alta qualità, confermando per esempio che un topic è legato a una notizia attuale nel mondo reale". In pratica, lo staff dedicato non avrà più il compito di scrivere descrizioni e sommari brevi delle storie, proprio perché sarà l’algoritmo a “estrarli” direttamente dalle notizie. "Il nostro team seguirà pedissequamente le nostre guideline, che sono state aggiornate per riflettere questi cambiamenti".

Il gruppo di Menlo Park non specifica se il team in questione è ancora composto - come aveva spiegato a maggio - da contractor assunti e supervisionati da Accenture, sotto il controllo dei responsabili di Facebook. In quell’occasione il gruppo di Mark Zuckerberg aveva fatto sapere che avrebbe eliminato la sua "dipendenza da siti esterni e gruppi media per identificare, validare o determinare l´importanza dei trending topic”, non utilizzando più “i dieci principali organi di informazione" e migliaia di altre fonti su cui si basava per identificare le notizie: fra queste, la società aveva citato esplicitamente BBC News, CNN, Fox News, Guardian, NBC News, New York Times, Usa Today, Wall Street Journal, Washington Post e BuzzFeed News.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate