Facebook studia un riconoscimento automatico per i non vedenti

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 19 Ottobre 15 Autore: Pinter
Facebook studia un riconoscimento automatico per i non vedenti
Facebook è al lavoro per permettere a ipovedenti e non vedenti di poter capire le immagini che vengono pubblicate sul suo social e sta studiando un riconoscimento automatico degli oggetti nelle immagini.

Attualmente sono 1,5 miliardi le persone che pubblicano contenuti su quella che è ormai diventata una immensa piattaforma per la connettività. Lo scopo è quello di offrire alle persone con disabilità una esperienza “continua” su Facebook, aiutando il social network a proseguire nel raggiungimento della sua principale missione, quella di mantenere connesso tutto il mondo.

Il software a cui i ricercatori stanno lavorando, prevede l’ottimizzazione dell’accessibilita´ al Social Network. Prima di delineare i tratti principali dell’applicazione, gli scienziati hanno condotto un’indagine su tre diversi gruppi di individui: utenti senza problemi di vista, utenti ciechi ma in grado di utilizzare abilmente i lettori di schermo ed utenti ciechi, neofiti nell’utilizzo di questo tipo di supporti hardware.

Per ogni individuo appartenete a ciascuna categoria e´ stato misurato il tempo necessario allo svolgimento di una determinata attivita´ su Facebook. La valutazione che ne e´ derivata, oltre a prendere in esame la durata della sessione, esaminava gli aspetti critici relativi alle difficolta´ incontrate ed anche tutte le problematiche relative all’insuccesso nell’esecuzione dell’operativita´ richiesta ai vari individui che componevano i tre gruppi.

Per questa categoria di utenti è difficile seguire il movimento dei messaggi che si susseguono su Facebook, anche perchè ci sono molte immagini.

E’ frustrante leggere i commenti ad una foto senza capire cosa c’è dentro: è qui che entra in gioco la nuova tecnologia che, come mostrato nelle immagini che alleghiamo in calce all’articolo, affiancherebbe ad ogni immagine una didascalia che “racconta” cosa viene mostrato nella foto.

“Questa immagine può contenere: 3 persone, sorrisi, all’aperto”, oppure “Questa immagine può contenere: natura, all’aperto, nuvole, fogliame, erba, alberi” sono due descrizioni di esempio per quelle che potrebbero essere rispettivamente un ritratto di famiglia ed un paesaggio. Al momento la tecnologia è in fase embrionale, sono ancora molti i perfezionamenti da fare, tuttavia il lancio, previsto entro la fine dell’anno per la versione web e per l’app iOS, già in questa prima fase sarà un ottimo alleato per tutti gli utenti non vedenti che vorranno comprendere meglio i contenuti condivisi su Facebook.

Facebook studia un riconoscimento automatico per i non vedenti - immagine 1

Facebook studia un riconoscimento automatico per i non vedenti - immagine 2

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate