Facebook lancerà un visore VR stand alone più economico di Oculus Rift

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 30 Ottobre 16 Autore: Stefano Fossati
Facebook lancerà un visore per la realtà virtuale più accessibile rispetto a Oculus Rift. Quest’ultimo ha avuto sicuramente il merito di aprire la strada verso la diffusione di massa della realtà virtuale, catalizzando l’interesse del pubblico e delle aziende. In primis quello di Facebook, che nel 2014 sborsò la bellezza di 2 miliardi di dollari per acquisire la società che stava sviluppando l’innovativo visore, ma anche quello dei concorrenti, da Samsung (il cui Gear VR è stato comunque realizzato in collaborazione con la stessa Oculus) a Google, passando per Sony e HTC, che hanno a loro volta sviluppato i loro visori per la realtà virtuale già in vendita o di prossima commercializzazione.

E in un mercato sempre più competitivo, Facebook si è accorta che Oculus Rift ha un problema: costa troppo. Il visore in sé costa 700 euro, ai quali in molti casi va aggiunta la cifra (un altro migliaio di euro) necessaria all’acquisto di un pc con dotazioni hardware in grado di garantire le prestazioni richieste per l’utilizzo delle pesanti applicazioni in realtà virtuale per Oculus. Il Gear VR di Samsung costa 130 euro, il DayDream View presentato da Google pochi giorni fa sarà in vendita a novembre a meno di 70 euro: certo, le performance offerte da questi dispositivi, progettati per funzionare in associazione a smartphone di fascia alta, non sono paragonabili a quelle del visore di Facebook, ma indubbiamente il loro prezzo può intercettare un pubblico molto più vasto rispetto alla nicchia disposta ad affrontare i costi richiesti da Oculus Rift.

Facebook lancerà un visore VR stand alone più economico di Oculus Rift - immagine 1

Per questo, nel corso della terza conferenza di Oculus per gli sviluppatori a San Josè, Mark Zuckerberg ha annunciato che la società sta lavorando a un visore che possa offrire prestazioni elevate a un prezzo più vicino a quello dei concorrenti. A differenza dell’attuale Oculus Rift, ha aggiunto il numero uno di Facebook, si tratta di un prodotto stand alone (che non necessità quindi di essere connesso a un oc né a uno smartphone) “che sia di alta qualità, che sia accessibile e che possa essere portato con sé in giro per il mondo”. Anche se, ha avvertito, “è troppo presto, non voglio alimentare troppo le vostre speranze”.

L’innovazione chiave, ha spiegato Zuckerberg, sarebbe nell’utilizzo della tecnologia Computer Vision Software, che consentirebbe al visore di “vedere” l’ambiente circostante e rilevare i propri movimenti, così da permettere all’utente di muoversi liberamente senza le limitazioni imposte da cavi e dispositivi esterni. Il CEO di Facebook ha anche mostrato un’applicazione social per interagire con gli amici nell’ambiente virtuale, ma al di là degli annunci a San Josè si è fatta notare l’assenza di Palmer Luckey, il 23enne cofondatore di Oculus che in passato non ha mai mancato di sottolineare la propria presenza in tutti gli eventi della società. Un portavoce ha spiegato che Luckey voleva evitare di rappresentare una “distrazione” rispetto ai contenuti della conferenza, ma qualcuno interpreta la sua “scomparsa” (il suo nome non è mai stato menzionato durante tutta la presentazione, né si è fatto cenno di lui nei video promozionali mostrati nel corso del keynote) come il segnale di un progressivo allontanamento dai ruoli chiave, anche in considerazione della nuova strategia illustrata proprio da Zuckerberg.

Senza contare che non devono avere giovato alla popolarità di Luckey all’interno di Facebook i suoi modi bizzarri, ma soprattutto il suo sostegno, recentemente venuto alla luce, a una campagna online di raccolta fondi a supporto della candidatura alla Casa Bianca di Donald Trump, notoriamente lontano dalle posizioni di Zuckerberg.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE