Facebook, in arrivo le dirette video non-stop fino a 24 ore

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 25 Maggio 16 Autore: Stefano Fossati
In arrivo le “maratone” in diretta video su Facebook: secondo quanto riporta TheCrunch, il social network sta per estendere da 90 minuti a 24 ore il limite massimo di streaming video in diretta realizzabili con Facebook Live. Una novità indirizzata soprattutto ad aziende e professionisti, ai quali l’attuale limite può “stare stretto” in diverse occasioni: 90 minuti non sono sufficienti, infatti, per trasmettere un’intera conferenza, un evento sportivo o un party.

L’interesse delle aziende per la piattaforma di video streaming di Facebook, del resto, è confermato dal lancio, alla conferenza F8 ad aprile, dell’API Live con cui è possibile trasmettere video ripresi non dallo smartphone bensì da telecamere professionali, anche multiple, inserendovi inoltre slide, infografiche e altri effetti, con in più l’opportunità di vedere chi sta seguendo la diretta. Un servizio utilizzato da 12 partner al momento della presentazione, cresciuti oggi a oltre un centinaio. Che a maggior ragione apprezzeranno le 24 ore supportate dalla nuova API Cotinuous Live. Ma le possibili applicazioni vanno ovviamente al di là del mondo aziendale: Fidji Simo, responsabile video di Facebook, cita ad esempio a TheCrunch la piattaforma Explore.org, che già utilizza Facebook Live per trasmettere online video naturalistici.

Facebook, in arrivo le dirette video non-stop fino a 24 ore - immagine 1

Il rovescio della medaglia è rappresentato dal fatto che, a differenza del “normale” servizio Facebook Live (che resterà disponibile), Continuous Live non offrirà la possibilità di salvare i video per poterli rivedere in un secondo momento, né permetterà allo spettatore di andare a vedere (o rivedere) un momento precedente durante la trasmissione in diretta: questo perché ospitare filmati lunghi fino a 24 ore sui propri server comporterebbe costi incompatibili con la gratuità del servizio.

Altra novità, che sarà introdotta anche nell’API Live, è il supporto al blocco su base geografica, che consentirà ai broadcaster di limitare la fruizione dei loro streaming video a determinate aree, utile in caso di trasmissione di eventi per i quali si detengano i diritti solo per certe zone geografiche, oppure sulla base dell´età dello spettatore, il che consentirebbe ad esempio di rispettare le leggi che, in molti Paesi, vietano ai minorenni la visione di contenuti diffusi da aziende produttrici di alcolici.

Facebook sta lavorando in più direzioni per fare di Live la piattaforma di video streaming leader sul web, ai danni ovviamente di Periscope di Twitter e in attesa dell´arrivo di YouTube Connect: fra le altre novità di prossima introduzione, una rappresentazione grafica “a onda” che, nei video in replay, consente allo spettatore di visualizzare sulla timeline i momenti che hanno generato il maggior numero di commenti ed emoji durante la trasmissione in tempo reale, in modo da poter “saltare” direttamente a quelle che dovrebbero essere le parti più interessanti del filmato.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE