Facebook “gonfiava” i dati sulla visualizzazione dei video

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 26 Settembre 16 Autore: Stefano Fossati
Facebook ha “truccato” per due anni i dati forniti agli investitori pubblicitari sul tempo medio trascorso dagli utenti nella visione di video sulla sua piattaforma. Il sistema, infatti, rilevava solamente il dato relativo ai video che venivano guardati per almeno tre secondi, escludendo dal conteggio quelli che gli utenti chiudevano entro questo lasso di tempo.

Lo ha rivelato la stessa società nelle scorse settimane in un post pubblicato sulla pagina dedicata al supporto per gli inserzionisti pubblicitari. Grazie a questo sistema di rilevazione, Facebook avrebbe così sovrastimato dal 60 all’80% il tempo medio di visualizzazione dei video. Il “trucco”, che può avere influito sulle decisioni relative agli investimenti pubblicitari su Facebook da parte di aziende e agenzie, viene ora definito un “errore” dal social network: “Sappiamo che non possiamo avere una vera partnership con i nostri clienti se non siamo chiari e onesti con loro, anche quando facciamo errori come questo”, ha scritto in un post su Facebook David Fischer, vicepresidente del gruppo per advertising e global operations.

Facebook “gonfiava” i dati sulla visualizzazione dei video - immagine 1

Il manager ha aggiunto che la società ha pubblicato una nota sulla sua dashboard (la piattaforma su cui i clienti possono consultare i dati sulle loro campagne pubblicitarie) in modo che gli inserzionisti siano messi al corrente dell’”errore”. Un “errore” che, guarda caso, coinvolge un settore, quello dei video, su cui Facebook ha puntato molto negli ultimi anni, tanto da lanciare lo scorso marzo Live, una funzionalità che permette a tutti i suoi 1,7 miliardi di utenti attivi di trasmettere sul social network video in diretta streaming dal proprio smartphone. E a luglio, nel corso di una conference call con gli analisti, il fondatore e CEO Mark Zuckerberg ha detto “vediamo un mondo in cui il video viene prima di tutto”.

Naturalmente, ora la società assicura di avere preso provvedimenti per risolvere il problema: “Abbiamo recentemente scoperto un errore nel modo in cui calcoliamo una delle nostre metriche relative ai video. Questo errore è stato eliminato, non ha avuto impatto sulle tariffazioni e lo abbiamo notificato ai nostri partner”, fa sapere la società in una nota.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE