Emsisoft emergency kit: il tool d’emergenza per rimuovere i malware

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 14 Marzo 16 Autore: Fabio Ferraro
Le misure di precauzione sono sempre la migliore strada per evitare di incorrere in software malevoli che possono infettare il nostro sistema. È importante mantenere il database dell’antivirus aggiornato, evitare di effettuare download da fonti non attendibili e l’installazione di software senza firma. Ma se questi accorgimenti non bastassero a mantenere integro le funzionalità del nostro sistema, potremo correre ai ripari grazie a un prodotto sviluppato dalla software house Emsisoft: Emergency kit. Emergency kit è un software portable gratuito. Grazie ad esso potremo eliminare semplicemente anche i malware più ostici.

Dal sito del produttore potremo scaricare un file compresso autoestraente. Basterà decomprimere l’archivio in una cartella del computer o in alternativa, in un supporto rimovibile per utilizzare il software.

Emsisoft emergency kit: il tool d’emergenza per rimuovere i malware - immagine 1

Nel kit di emergenza offerto da Emsisoft potremo trovare due versioni dello stesso software: con Gui o a riga di comando. La versione con Gui, Start Emergency Kit Scanner.exe, è di facile utilizzo e molto intuitivo. All’avvio dovremo aggiornare il database con le ultime definizioni di virus.

Emsisoft emergency kit: il tool d’emergenza per rimuovere i malware - immagine 2

Al termine dell’aggiornamento, potremo passare alla schermata “scansione”. Avremo a disposizione tre tipologie di scansione.

Emsisoft emergency kit: il tool d’emergenza per rimuovere i malware - immagine 3

La scansione veloce permette una rapida occhiata al sistema, in cerca di software malevolo nei processi attivi. La scansione malware, scelta di default, permette di effettuare lo scan delle aree di sistema che di consueto vengono infettate dai malware. È rapida e affidabile e, per l’utente medio, la scelta migliore.

La scansione personalizzata permette di settare i criteri di ricerca e le aree di scansione. Potremo quindi attivare la ricerca di Rootkits, malware attivi, spyware e PUPs (ossia quei software che, pur non risultati nocivi, possono creare fastidi durante l’utilizzazione del sistema, quali ad esempio toolbar indesiderate, ecc...).

Potremo decidere se scansionare o meno archivi compressi e gli ADS (Alternate Data Streams) o impostare un disco, o una singola cartella da controllare. Potremo infine applicare filtri per scansionare determinate tipologie di file o utilizzare l’accesso diretto ai dischi (procedimento lungo ma approfondito).

Emsisoft emergency kit: il tool d’emergenza per rimuovere i malware - immagine 4

Al termine della scansione, se verranno rintracciati virus, verranno spostati in un ambiente sicuro creato dal software: la quarantena. Qui potremo effettuare una nuova scansione dei file, visualizzare il tipo di malware rinvenuto e il livello di rischio che esso comporta, ripristinarli o eliminarli completamente.

Emsisoft emergency kit: il tool d’emergenza per rimuovere i malware - immagine 5

Infine, potremo visualizzare i log relativi alle scansioni, alla quarantena e ai log degli aggiornamenti. In alternativa all’interfaccia Gui, come detto potremo utilizzare le stesse funzioni del software da riga di comando: basterà selezionare il file “Start Commandline Scanner.exe”.

Emsisoft emergency kit: il tool d’emergenza per rimuovere i malware - immagine 6

Emergency Kit è un ottimo strumento, potente e facile da utilizzare. Da aver presente nella propria suite di anti-malware.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE