Digital amnesia: siamo più smemorati e dipendenti dal mobile

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 22 Agosto 15 Autore: Pinter
Digital amnesia: siamo più smemorati e dipendenti dal mobile
Si chiama Digital Amnesia ed è quel fenomeno che porta sempre più  utenti ad affidarsi in modo esclusivo ai dispositivi digitali perché ricordino le informazioni al loro posto. La definisce così una recente indagine sul tema coinvolgendo un campione di 6.000 utenti (di cui 1002 italiani) di età superiore ai 16 anni.

Dall’analisi emerge che in Italia il 38% degli utenti non è in grado di comporre il numero dei propri figli senza sbirciare nella rubrica del telefono e il 20% non ricorda neppure quello di partner e genitori. Le percentuali sono più alte se guardiamo ai numeri di ufficio (42%), sorelle/fratelli (45%) e amici (53%). Quando, però, è stato chiesto ai nostri connazionali di tornare un po’ indietro con la memoria e ricordare il numero di telefono dell’abitazione di quando avevano 10 o 15 anni, il 72% lo ha ricordato immediatamente.

Un trend che suggerisce la “nostra incapacità di conservare nella memoria informazioni importanti deriva dal fatto che deleghiamo la responsabilità di ricordare ai dispositivi digitali come ad esempio gli smartphone. Poco meno della metà (40%) degli italiani intervistati afferma che i loro smartphone contengono quasi tutto quello che serve sapere o ricordare. “

Il che spiega perchè gli intervistati abbiano ammesso che la perdita o la compromissione di dati archiviati sui dispositivi digitali, soprattutto smartphone, avrebbe per loro un impatto emotivo devastante. 

“I dispositivi connessi arricchiscono le nostre vite ma hanno anche dato vita ad un fenomeno che ha preso il nome di Digital Amnesia di cui dobbiamo ancora capire le implicazioni a lungo termine sulla nostra memoria. Gli utenti riconoscono che la perdita o la compromissione di queste informazioni preziose non solo costituirebbe un inconveniente ma sarebbe una grossissima fonte di stress per molti utenti. Questa indagine è stata realizzata per sensibilizzare gli utenti su quelli che sono i rischi a cui sono esposti i dati e fornire loro gli strumenti necessari per proteggere ciò a cui tengono di più, installando ad esempio un software per difendere dispositivi e dati da qualsiasi rischio".
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE