CryptoDrop, il software che proteggerà i nostri file dai ransomware

Naviga SWZ: Home Page » How To
News del 24 Febbraio 17 Autore: Fabio Ferraro
I ransomware sono una delle minacce più pericolose provenienti dal web. Una volta ottenuto l’accesso ad una macchina, questa tipologia di malware è in grado di criptare i file che contiene e di negarne l’accesso ai legittimi proprietari. Per poter ottenere la chiave necessaria per il decriptaggio, la vittima dovrà quindi pagare un riscatto oneroso che, spesso non assicura il recupero dei file. I ransomware hanno creato molti disagi e un giro di affari di milioni di dollari. Infatti, per quanto un utente privato sia disposto (a malincuore) a rinunciare ai propri dati, per un professionista, che affida al computer il proprio lavoro, la perdita di dati può trasformarsi in una grave perdita economica.

CryptoDrop, il software che proteggerà i nostri file dai ransomware - immagine 1

Per contrastare i danni creati dai ransomware è pero in via di sviluppo un software in grado di arginarne i danni: CryptoDrop.  Questo programma, nato dallo studio di quattro ricercatori dell’Università della Florida, affronta la lotta ai ransomware in modo diverso da un classico antivirus. Quest’ultimi sono strumenti votati soprattutto alla prevenzione, evitando sul nascere l’infezione di software malevolo. CryptoDrop invece non si pone l’obiettivo di evitare l’infezione, bensì di arginarla appena questa inizia i processi di criptaggio. È infatti un software che non sostituisce l’antivirus ma che, vi si integra per assicurare maggiore sicurezza. CryptoDrop monitora il sistema in cui è installato, analizzandolo e bloccando le operazioni crittografiche in batch dei ransomware e qualsiasi altra attività sospetta.

CryptoDrop, il software che proteggerà i nostri file dai ransomware - immagine 2

Questa soluzione comporta comunque una perdita in termini di file: infatti il software, agirà solo quando il malware inizierà a criptare e, nonostante la sua elevata reattività, alcuni dati verranno comunque persi. Gli sviluppatori assicurano però che il numero di file criptati prima che CryptoDrop riesca a riconoscere e fermare il ransomware non supera la decina. Un sacrificio che comporterà comunque la salvaguardia della maggior parte dei dati presenti nell’hard disk. Nei test effettuati, il software è stato in grado di riconoscere e fermare oltre 400 differenti ransomware, (con una percentuale di successo del 100%) e questo lascia auspicare un’ottima affidabilità. È comunque possibile che, in alcuni casi, rilevi anche dei falsi positivi. CryptoDrop è ancora in fase di sviluppo ma ha le carte in regola  per arginare il proliferarsi dei ransomware.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE