Come realizzare immagini raster e vettoriali

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 12 Aprile 16 Autore: Fabio Ferraro
Con la diffusione dei computer domestici, la grafica digitale è diventata sempre più di uso comune, integrandosi in ambiti lavorativi e domestici. Per computer grafica si intende la creazione e la manipolazione di immagini tramite l’utilizzo di mezzi informatici. E se, fino a qualche anno fa questa era a completo appannaggio dei soli computer, ad oggi è possibile lavorare su immagini digitali anche tramite altre tipologie di device (tra cui quelli mobile). Un’immagine gestita e manipolata tramite mezzi informatici viene detta “immagine digitale”, e consiste in una rappresentazione numerica di un’immagine.

Come realizzare immagini raster e vettoriali - immagine 1

Le tipologie di immagini digitali si dividono in due macro-categorie: Immagini raster (o bitmap) e vettoriali. Un’immagine raster, è composta da un numero definito di pixel racchiusi un in griglia. Più la risoluzione dell’immagine è alta, maggiore sarà la dimensione della griglia. La definizione del colore è data dal diverso valore di ogni singolo pixel e In genere viene gestito combinandone tre: Rosso, Verde e Blu (RGB).

Questa tipologia di immagine è perfetta per rappresentare foto e immagini non lineari. Hanno però il difetto di perdere nitidezza al momento dell’ingrandimento. Questo è dovuto al numero preciso di pixel con cui è rappresentata l’immagine: se infatti viene vista nella sua risoluzione nativa, apparirà nitida. Contrariamente, visualizzandola con un display dalla risoluzione maggiore, si otterrà una perdita di definizione, apparendo “sgranata”.

Come realizzare immagini raster e vettoriali - immagine 2

Le immagini vettoriali non subiscono invece degrado durante l’ingrandimento, risultando sempre nitide e non sgranate. Questo perché, ogni forma e colore di un’immagine vettoriale viene creata tramite formule matematiche che calcola i punti estremi di una linea, le coordinate delle distanze di punti, ecc... . Infatti, in realtà, un’immagine vettoriale non è altro che una serie di informazioni relative all’espressioni matematiche che la generano. Queste, all’apertura del file, verranno processate per permettere la visualizzazione dell’immagine. Ciò comporta una maggiore “elasticità”, rendendo possibili modifiche alla visualizzazione del file (come ad esempio l’ingrandimento), semplicemente applicando modifiche alle funzioni matematiche. Non andremo quindi a perdere la qualità dell’immagine neanche in caso di forti trasformazioni. Infine, contenendo semplici informazioni, le immagini vettoriali richiedono uno spazio di archiviazione molto esiguo.

Come realizzare immagini raster e vettoriali - immagine 3

Come contraltare, le immagini vettoriali, utilizzando per lo più immagini geometriche derivanti da funzioni, non sono adatte alla rappresentazione di immagini che ritraggono foto realistiche o poco lineari.
Come realizzare immagini raster e vettoriali - immagine 4

Sono invece indicate per forme semplici, testi, o quando si ha bisogno di immagini di grandi dimensioni (come, ad esempio, nel caso di cartelloni pubblicitari).

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE