Come potrebbe essere Apple Music per Android

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 26 Ottobre 15 Autore: Fabio
Come potrebbe essere Apple Music per Android
Sin dalla sua presentazione c’era attesa per l’ingresso di Apple Music, il nuovo servizio di musica in streaming di casa Cupertino, nel mondo Android ed è l’autunno a portare a maturazione il progetto.

Abbiamo raccolto le prime indiscrezioni da Mobile Geeks.

Due le caratteristiche fondamentali che appaiono diverse rispetto alla versione su iOS.

La prima è che l’utente Android potrà decidere quanto spazio lasciare che Apple Music occupi sul dispositivo (la dimensione della cache dedicata ad Apple Music) e l’altra che invece è poco chiara è come potrà funzionare l’integrazione con iCloud della libreria musicale presente sullo smartphone.

Come potrebbe essere Apple Music per Android - immagine 1
Il debutto di Apple Music per Android inizia a far parlare di sè in maniera concreta e nei primi screenshot diffusi da Mobile Geek  non c’è da aspettarsi una grande rivoluzione in merito al design e alla User Experience rispetto alla maggior parte delle app Android. Anzi, pare proprio che Apple abbia deciso di tenere un profilo “Android”.

Infatti il menu sarà espandibile come è classico delle app Android rispetto alla posizione a fondo schermo come accade per i sistemi iOS.

Apple Music per Android
Le speculazioni e una sorta di “hater-fiction” si sono rincorse in questi mesi durante i quali 11 milioni di persone hanno potuto usare il servizio di Apple gratuitamente (e gratuito rimane per tutti coloro che si iscrivono da dispositivi Apple per i primi tre mesi). Soprattutto quando Tim Cook, CEO della Compagnia, ha diffuso i dati degli abbonati a pagamento scesi a 6,5 milioni di utenti, ma nessuna fino ad ora pare sia stata azzeccata.

Saranno inoltre presenti tutte le funzioni esclusive del servizio, come le raccomandazioni curate da esperti musicali (e non da algoritmi), la presenza di Beats Radio, la funzione Connect per interagire con i propri artisti preferiti e la propria raccolta musicale.

Vige ancora il silenzio sul fatto che sia presente o meno su Android il periodo di prova gratuita, mentre nel frattempo Apple ha deciso di convertire tutti i link che portavano alle pagine di acquisto su iTunes Store direttamente alle pagine del servizio di streaming. Un messaggio chiaro per  indurre i fruitori di musica a spostarsi sullo streaming piuttosto che sull’acquisto e download dei propri brani musicali preferiti?

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE