Chrome si fonde con Android? Le nuove indiscrezioni

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 02 Novembre 15 Autore: Fabio
Il Wall Street Journal riporta alcune indiscrezioni sul futuro di Chrome OS e Android e non è la prima volta che si parla di questa fusione.

Voci intensificate da quando nel quartier generale di Mountain View è apparsa una statua della mascotte di Android cromata.  

Chrome si fonde con Android? Le nuove indiscrezioni - immagine 1
Ora queste voci sono riportate secondo fonti anonime, ma attendibili secondo la testata che suggerisce come il sistema operativo Chrome OS – attualmente disponibile sui computer della linea Chromebook – e Android – oggi principalmente utilizzato su dispositivi portatili – diventeranno una cosa sola.

La direzione di Sundar Pichai, CEO del team Google, punta proprio in questa direzione.

Nel futuro del progetto Alphabet c’è la fusione del sistema operativo Chrome per computer con la sua piattaforma Android, a dimostrazione di come il mobile computing stia dominando il mercato.

Le tempistiche per la fusione non sono immediate, si parla di un arco temporale compreso nei prossimi due anni e sicuramente porterà Google ad espandere l’utilizzo della piattaforma Play Store per la distribuzione di applicativi e contenuti.

I lavori di “fusione” pare siano già iniziati da un paio di anni: il team di ingegneri di Google di recente hanno compiuto progressi significativi e l’Azienda ha intenzione di svelare il nuovo sistema operativo nel corso del 2017.

I Chromebook rappresentano una soluzione interessante ed hanno ottenuto un discreto successo negli Stati Uniti, ma il loro mercato resta comunque limitato dalle loro caratteristiche intrinseche (forse troppo legati alla tecnologia Cloud rispetto a memorie fisiche) che probabilmente non sono sufficienti a giustificare la mole ( e il costo ) di lavoro necessaria per un sistema operativo dedicato.

Non è ancora dato sapere se il nuovo sistema operativo sarà destinato anche ai computer equipaggiati con Windows e OS X oppure se costituirà un nuovo mondo.

Insomma, tutti principali produttori stanno cercando di costruire i propri ambienti chiusi.

La strategia iniziata da Apple e ora adottata anche da Microsoft è il suggerimento che anche Google sta cogliendo.

Ci incuriosisce un aspetto di tutta la faccenda: ma se Apple è stata accusata per anni dai suoi competitor per aver ideato e sviluppato un ambiente “chiuso”, per quale motivo oggi questi stessi competitor percorrono la stessa traiettoria?

Dal canto suo, Apple recentemente ha smentito l’indiscrezione secondo la quale ci sia l’intenzione da parte di Cupertino di fondere iOS con OS X.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE