Apple ricicla l´iPhone 5s: ecco l´iPhone SE

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 22 Marzo 16 Autore: Stefano Fossati
Alla fine, il restyling non c’è stato: l’iPhone SE, nuovo smartphone con display da 4 pollici di Apple, è identico nell’aspetto – colori a parte – all’iPhone 5s del 2013. Che poi era quasi identico all’iPhone 5 del 2012. Certo, l’hardware è un’altra cosa e ricalca quello del “fratello maggiore” iPhone 6s (la casa sottolinea che si tratta del “telefono da 4 pollici più potente di sempre”, e ci mancherebbe altro, visto il prezzo), ma dal momento che la “coolness” è una componente imprescindibile per buona parte della clientela Apple, la domanda sorge spontanea: quanto può apparire “cool” un telefono che, a prima vista, sembra il modello di quattro anni fa? La risposta, ovviamente, la daranno il mercato e il marketing di Cupertino, impegnato a convincerci del fatto che, nel 2016, valga la pena spendere più di 500 euro per un telefono da 4 pollici.

Ma andiamo con ordine. Come previsto, Apple ha presentato nel suo quartier generale di Cupertino l’iPhone SE, l’iPad Pro da 9,7 pollici e nuovi cinturini per Apple Watch, il cui prezzo viene ribassato. Come detto, il nuovo iPhone SE racchiude, nella scocca del vecchio iPhone 5, buona parte delle caratteristiche dell’iPhone 6s: chip A9 a 64 bit con coprocessore di movimento M9, fotocamera iSight da 12 megapixel con flash True Tone, Live Photos e video 4K, LTE e Wi-Fi più veloci e Touch ID con Apple Pay; sul fronte software, Apple segnala funzioni Siri migliorate e la nuova funzione Night Shift, che usa l’orologio e la geolocalizzazione per regolare in automatico i colori del display.



Anche i colori disponibili ricalcano quelli dell’iPhone 6s: grigio siderale, argento, oro e oro rosa. L’iPhone SE sarà preordinabile dal 24 marzo in diversi Paesi (ma non in Italia), dove sarà in vendita dal 31 marzo; da noi arriverà “a inizio aprile”, fa sapere Apple senza specificare una data (i preordini partono comunque il 29 marzo, quindi possiamo ipotizzare il 5 aprile per la commercializzazione). Due i tagli di memoria (rigorosamente non espandibile, ovviamente): 16 GB (troppo pochi per un telefono che può registrare video 4K), che costerà 509 euro, e 64 GB a 100 euro in più. Il target dichiarato da Apple è la clientela che desidera un telefono top di gamma ma con dimensioni più compatte rispetto ai 5 o 5,5 pollici che oggi vanno per la maggiore sul mercato occidentale. Ma soprattutto, in un mercato globale che vede rallentare le vendite di smartphone (rallentamento dal quale Apple non è immune), la Casa di Cupertino cerca nuovi clienti proponendo un modello più economico dell’iPhone 6s (e anche dell’iPhone 6, che resta in listino), soprattutto in quei mercati emergenti in cui il prezzo del nuovo modello è sensibilmente più basso che in Italia (negli stessi Stati Uniti la versione da 16 GB costa 399 dollari).



L’iPad Pro da 9,7 pollici prende il posto dell’iPad Air 2 riproponendo nel formato “classico” del tablet i contenuti del più grande iPad Pro lanciato l’anno scorso, compresa la Apple Pencil e la Smart Keyboard (opzionali), con in più la fotocamera iSight da 12 megapixel per scattare Live Photos e girare video 4K, la stessa di iPhone 6s e SE. Altre caratteristiche: chip A9X a 64 bit, potente audio a quattro altoparlanti, videocamera FaceTime HD da 5 megapixel, display Retina Pro (Apple dichiara “una luminosità superiore, una gamma di colori più ampia e una minore riflettività”, modalità Night Shift e la nuova tecnologia True Tone per la regolazione dinamica del bilanciamento del bianco. Date e Paesi di avvio dei preordini e della commercializzazione sono gli stessi dell’iPhone SE, così come i colori (argento, grigio siderale, oro, oro rosa). I prezzi: 689 euro per il modello da 32 GB wi-fi e 839 euro per quello con connettività 4G; entrambe le versioni saranno disponibili anche nei tagli da 128 e 256 GB. L’Apple Pencil costerà 109 euro, la Smart Keyboard (antracite) 169 euro, le Smart Cover in poliuretano e le custodie in silicone (in vari colori) rispettivamente 59 e 79 euro.

Nel corso della presentazione il CEO di Apple Tim Cook ha detto che la società "non si ritirerà" dalla responsabilità di proteggere i dati e la privacy dei propri utenti, portando avanti la sua battaglia di marketing alla vigilia della prima udienza in tribunale nello scontro con l´Fbi a Los Angeles. Lo stesso Cook ha introdotto un nuovo cinturino in nylon e una nuova serie di colori per gli altri cinturini di Apple Watch, ma soprattutto ha annunciato il taglio di 50 dollari del prezzo base, che ora parte da 299 dollari.
Nello stesso evento Apple ha presentato CareKit, nuovo framework software progettato per aiutare gli sviluppatori a creare strumenti che offrano agli utenti la possibilità di gestire attivamente le proprie condizioni di salute.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE