Apple progetta un nuovo formato audio

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 16 Gennaio 16 Autore: Pinter
Apple starebbe sviluppando un inedito formato audio ad alta risoluzione che dovrebbe debuttare nel corso del 2016: a breve gli utenti di Apple Music potrebbero avere la possibilità di ascoltare sulla loro piattaforma di streaming musicale anche brani in alta risoluzione.

L’ipotesi circola in Rete da tempo, e a rilanciarla per un’ultima volta  sono state alcune fonti del settore audio-musicale presenti al  MacOtakara, il Portable Audio Festival di Tokyo: secondo diverse fonti vicine ad Apple l´azienda starebbe  sviluppando un formato di Audio Hi-Res con streaming fino a 96kHz/24bit da lanciare nel 2016.

La fonte, inoltre, sostiene che diversi produttori di impianti audio e dispositivi di riproduzione musicale si stiano preparando per l´avvento sul mercato di questo nuovo formato, compatibile con dispositivi iOS grazie alla porta Lightning e in grado di gestire tracce fino a 192kHz/24bit.

Non è la prima volta che circolano rumors del genere, sia per quanto riguarda la possibilità di scaricare brani in alta qualità dall´iTunes Store sia riguardo la qualità streaming di Apple Music. Quello che potrebbe aver spinto verso le conclusioni il progetto, probabilmente in cantiere a Cupertino da diversi anni, è il recente acquisto di Beats da parte di Apple.

Apple progetta un nuovo formato audio - immagine 1

Dr.Dre è da sempre contrario al downsampling che iTunes e altre piattaforme di distribuzione applicano alle tracce master che gli studi di registrazione forniscono:

La maggior parte di voi non ascolta [la musica] nel modo in cui è stata pensata. E invece dovreste proprio ascoltarla nel modo in cui lo faccio io! [...] Cosa stiamo provando a fare è risolvere la degradazione della musica che la rivoluzione digitale ha causato.

Per formato "high-resolution" si intende un formato che va oltre le specifiche dei CD audio, cioè 16 bit di profondità e 44,1 kHz di frequenza di campionamento. Il formato a 96kHz/24bit è lo stesso che le case discografiche forniscono ad Apple per la pubblicazione dei brani sull´iTunes Store. Successivamente, tramite un processo di downsampling, viene il tutto impacchettato in un AAC 16bit/44.1kHz codificato a 256kbps. Sebbene l´orecchio umano sia in grado di percepire solo le frequenze al di sotto di 20 kHz, molti esperti del settore sostengono che un sample rate di 96kHz migliori comunque la resa acustica.

Apple in teoria avrebbe già la paternità di un formato hi-res: il formato lossless, open source e royalty-free "Apple Lossless" (ALAC) supporta profondità di bit fino a 32 bit e un sample rate massimo di 384kHz. Anche il chip che converte il segnale da digitale ad analogico sugli iDevice di ultima generazione supporta un sampling audio fino a 96kHz/24bit. Tuttavia né il jack per le cuffie di iPhone, iPod e iPad né l´app nativa Musica di iOS permettono la riproduzione a questa qualità: attualmente si devono utilizzare app di terze parti e apposite cuffie con uscita Lightning (o micro-USB con adattatore).

Apple avrebbe così finalmente intenzione di mettersi in pari con la concorrenza di Spotify e compagnia, lanciando nel 2016 il suo nuovo formato audio con frequenza di campionamento di 96kHz e 24 bit di risoluzione.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate