Apple brevetta uno schermo che riconosce la posizione del dito anche quando non tocca il vetro

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 12 Luglio 15 Autore: Pinter
Apple brevetta uno schermo che riconosce la posizione del dito anche quando non tocca il vetro
Un nuovo brevetto Apple ci spiega quello che potrebbe essere il futuro dei display su iPhone e iPad: schermi in grado di riconoscere la posizione del dito, anche se non c’è alcun contatto con il display.

Insieme al Force Touch che dovrebbe arrivare sui prossimi iPhone e iPad, questo brevetto aumenterebbe ancora di più le funzionalità touch dei dispositivi.

Force Touch è la recente tecnologia introdotta da Apple con Apple Watch (e già montata sul nuovo MacBook e sui MacBook Pro con Retina Display) che permette ad una superficie di riconoscere l’intensità della pressione di un dito dell’utente, permettendo di aggiungere nuove funzioni alla stessa interfaccia senza aggiungere tasti.

Sfruttando diversi sensori di movimento, l’iPhone riuscirebbe quindi a percepire il movimento del dito, anche quando si trova ad una certa distanza dal display. Questo permetterebbe di creare nuove funzionalità, legate non solo al sistema operativo, ma anche ad app e giochi.

Definite come gesture hover, ovver di fluttuazione, questi gesti tridimensionali permettono di introdurre nuovi modi con i quali gli utenti potranno interagire con i loro dispositivi Apple, proprio come sta facendo in questo momento Force Touch.

La soluzione proposta da Apple permette di usare sensori di movimento per riconoscere la precisione dei movimenti del dito, usando più di un sensore per ottenere diverse misure da confrontare le une con le altre. In secondo luogo pesando l’importanza della misura di ciascun sensore in base alla distanza del dito dallo stesso. Più lontano sarà il dito dal sensore, tanto minore sarà la sua precisione, tanto minore dovrà essere tenuta in conto la sua misura nel calcolo della posizione del dito.

Oltre a questo sistema, che permetterebbe di correggere la posizione di un dito che si sposta sullo schermo, Apple ha brevettato anche un sistema che permette di riconoscere la posizione di un dito vicino allo schermo usando un campo elettromagnetico in grado di estendersi al di là del display. Quando il campo viene perturbato dall’introduzione di un conduttore (come un dito umano), la variazione può essere sfruttata per riconsocere la posizione del dito.

Questo permetterebbe di conoscere dove si trova rispetto al display, e quanto è distante dallo schermo stesso. Il brevetto, intitolato Touch and Hover Sensor Compensation, descrive come un dispositivo potrebbe utilizzare diversi sensori di movimento (uno adiacente all’altro) per riconoscere le gesture del dito di un utente quando questo non è a diretto contatto con la superficie dello schermo.

Cupertino non avrebbe però intenzione di fermarsi qui. O almeno questo è quello che sembra di suggerire un brevetto attribuito ad Apple in questi giorni nel quale si immagina una tecnologia in grado di riconoscere la posizione del dito di un utente quando questo è vicino (ma non a contatto con il display) in tutte e tre le dimensioni.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE