Apple, 60 milioni di dollari per aggiudicarsi il marchio iPad in Cina

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 02 Luglio 12 Autore: Gianplugged
Apple, 60 milioni di dollari per aggiudicarsi il marchio iPad in Cina
Apple ha messo fine alla disputa relativa alla proprietà del marchio del suo tablet iPad in Cina, che la vedeva battagliare con le autorità del gigante asiatico allo scopo di aggiudicarsi il nome del dispositivo. Cupertino ha pagato 60 milioni di dollari alla società taiwanese Proview,  che aveva registrato il marchio iPad nel 2009.

La chiusura del caso è stata annunciata da una nota dell´alta corte di Guangdong.  La disputa era iniziata nel 2010 e inizialmente le posizioni di Apple e Proview erano radicalmente  distanti: la società di Taiwan chiedeva 400 milioni di dollari, quella statunitense ne offriva 16 milioni.

Come è evidente, la chiusura di questa trattativa era fondamentale per il lancio di iPad in Cina, che ha già ricevuto il benestare delle autorità del Paese. La diatriba tra Apple e Proview ha inoltre ritardato l´apertura di due nuovi Apple Store a Chengdu e Shenzhen, operazione pianificata da tempo. Tim Cook è stato il primo CEO Apple a compiere una visita in Cina in marzo, nel corso della quale aveva anche discusso con le autorità cinesi proprio in merito alla disputa sul marchio dell´iPad.

Apple ha già lanciato il suo tablet in 57 differenti Paesi e la Cina è il grande assente. Il mercato cinese è ormai decisamente strategico per la mela. La società ha triplicato le sue vendite in Cina, se si confrontano i dati del primo trimestre del 2011 con il medesimo periodo del 2012. L´iPad è il tassello che manca per penetrare ulteriormente il mercato orientale, gigantesco e in enorme crescita.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE