Anche Apple progetta un assistente digitale: Siri ti guaderà in faccia

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 30 Maggio 16 Autore: Stefano Fossati
Non solo Google: anche Apple starebbe lavorando ad un assistente digitale concorrente dell’Echo di Amazon. Con una differenza: quello di Cupertino potrebbe non solo ascoltare, ma anche guardare l’utente. Stando a voci provenienti da persone “vicine ai piani di Apple”, riportate dai media d´oltreoceano, il colosso tecnologico potrebbe lanciare in futuro un suo “altoparlante intelligente”, dotato però di una videocamera e di una tecnologia di riconoscimento facciale che possa automaticamente riconoscere gli umori e le preferenze dell’utente in modo, ad esempio, da far partire la musica più adatta al momento o regolare l’illuminazione in maniera appropriata.

Amazon Echo

La fonte ha aggiunto che il dispositivo potrebbe essere pronto entro fine anno, ma più probabilmente potrebbe arrivare nel 2017; anche se, ha precisato, allo stato attuale non è possibile escludere che Apple possa cambiare idea sulla possibilità di dotarlo di una videocamera e nemmeno che possa cancellare del tutto il progetto. Da parte del gruppo californiano, ovviamente, nessun commento.

Al di là delle discussioni sull’attendibilità di queste voci, è certo che il mercato degli assistenti digitali sarà uno dei prossimi terreni di sfida fra le aziende hi-tech, essendo parte integrante del promettente settore dell’Internet of Things, in cui questi dispositivi dovrebbero rappresentare l’interfaccia fra l’utente e la miriade di oggetti connessi che lo circonderanno. Più che verosimile, quindi, che Apple non voglia rimanere fuori dal business, seguendo la strada tracciata lo scorso anno da Amazon con il suo Echo, basato sull’intelligenza artificiale Alexa del gruppo di Jeff Bezos, e già seguita da Google con Home, annunciato alla recente conferenza I/O e in arrivo sul mercato entro fine anno.

Sia l’Echo sia l’Home sono attivati dai comandi vocali dell’utente, con il quale dialogano per dargli accesso a informazioni e servizi ma anche per consentirgli di controllare i dispositivi “smart” domestici. Per l’Home, il gruppo di Mountain View sta sviluppando ulteriormente Google Now, l’assistente vocale di Android, per riconoscere con sempre maggiore precisione il linguaggio naturale delle persone. Apple sta facendo altrettanto con Siri e i risultati si vedranno probabilmente già a settembre con l’iPhone 7. In attesa di ulteriori dettagli sul futuro “smart speaker”.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate