Amazon Prime Air: continua lo studio dei droni postini di Amazon

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 01 Dicembre 15 Autore: Pinter



Amazon svela le evoluzioni del mezzo concepito per la consegna espresso dei prodotti comprati online: un design ibrido, e una struttura più grande, che lo rende sempre più un incrocio tra un elicottero e un aeroplano, allontanandolo dal concetto basico di un quadrirotore.

A giudicare dai nuovi video appena pubblicati sul sito Amazon Prime Air, Jeff Bezos e soci starebbero già testando un nuovo prototipo di drone-postino cui affidare le consegne ultrarapide.

I nuovi velivoli utilizzati da Amazon sarebbero più grandi rispetto a quelli mostrati in passato e, stando a quanto rivelato dalla società, sarebbero anche più veloci, stabili e autonomi. Si parla di tratte di 25 chilometri di distanza a oltre 88 km orari. L’apparecchio, che pesa meno di 25 kg, pensato per volare in modalità orizzontale sotto i 400 piedi, anche ai fini di una maggiore efficienza.

Un drone intelligente che sarà in grado di scansionare la zona di atterraggio e di planare dove serve, anche in un punto marcato dagli utenti che attendono il pacco; l’azienda è ottimista e pensa che un giorno vedere atterrare i droni Prime Air sarà normale come vedere i camion della posta, ma tuttavia non nega che “non lanceremo Prime Air fino a che non saremo in grado di dimostrare la sicurezza delle operazioni”.

Un obiettivo da raggiungere anche grazie alla tecnologia sense and avoid e che vede anche test e sviluppi su almeno dodici differenti prototipi,  al fine di capire quali opzioni soddisfano al meglio la consegna in ambienti diversi.

E´ stato mostrato un video dove si vede uno dei 12 prototipi che il colosso statunitense sta sviluppando tra Canada, Regno Unito e Israele – dato che la Federal Aviation Administration si è dimostrata piuttosto rigida nel concedere aree di test.

Sul sito ufficiale Amazon Prime Air e sul video si vede chiaramente un drone ibrido capace di decollare e atterrare verticalmente, nonché volare orizzontalmente come un comune velivolo. Il filmato di repertorio mostra una velocità di 90 km/h e una quota operativa di circa 110 metri. Amazon parla di un servizio ipotetico capace di non far passare più di 30 minuti dall´ordine.

Da sottolineare la presenza di una tecnologia per la scansione dell’area di consegna: ciò permetterebbe ai nuovi droni di Amazon di cercare un punto di atterraggio per la consegna dei pacchi. Una volta individuato il punto, che può essere contrassegnato dagli utenti con uno specifico sticker Amazon, al drone non resta che scendere in verticale, lasciare la merce e ritornare alla base.

Per quanto il video faccia sembrare tutto ormai imminente, restano ancora molti scogli da superare, primo fra tutti la regolamentazione del traffico aereo nelle zone densamente popolate. Resta poi da capire in che modo i droni di Amazon riusciranno a "dribblare" tutti gli ostacoli fisici (ad esempio i cavi dell’alta tensione) che ormai fanno parte dello skyline di ogni centro abitato.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE