Notizia Precedente
FocusWriter 1.5.4

Allo studio un´app che può farti diventare corriere per Amazon

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 18 Giugno 15 Autore: Pinter
Allo studio un´app che può farti diventare corriere per Amazon
Amazon starebbe sviluppando un´app che domani potrebbe trasformare chiunque in potenziale corriere, come avviene con Uber per il trasporto con conducente: è in arrivo l´"Uberizzazione" dei servizi di consegna.

Nel frattempo c´è da sgranare gli occhi al solo pensare che Amazon stia sviluppando un´app capace di trasformare gli utenti in un possibile corriere. Sì, l´idea è proprio quella di sfruttare magari i nostri trasferimenti quotidiani per consegnare un pacco a uno sconosciuto. Ovviamente a fronte di una retribuzione o crediti da spendere su Amazon.com.

Nella corsa ad accaparrarsi fette di mercato del settore consegne, in cui sono coinvolti anche Google e Uber, Amazon va oltre i droni e pensa a un servizio che si ispira proprio ad Uber: le consegne le fanno gli stessi utenti. L´indiscrezione arriva dal Wall Street Journal che spiega come la compagnia di Seattle sta sviluppando un´app attraverso la quale reclutare e pagare persone comuni per fare le consegne invece che società specializzate. Porterebbero i pacchi in destinazioni che sono di strada al loro percorso.

Amazon On My Way – così si chiama nei laboratori Amazon il servizio – è ancora allo stadio embrionale e non è neanche detto che diventi realtà, ma è un´affascinante intuizione. Secondo gli esperti consentirebbe non solo di ridurre i costi di spedizione ma permetterebbe anche ai negozianti di contrattare con i corrieri tariffe più vantaggiose.

"C´è una certa logica nell´idea, ma sembra che molto potrebbe andar male", ha confidato Marc Wulfraat, presidente della società di consulenza logistica MWPVL International al Wall Street Journal. "Cosa vieta a queste persone di tenere semplicemente i pacchi per sé invece di lasciarli nel porticato di qualcuno?".

Magari potrebbe essere un´opzione aggiuntiva per i periodi più caotici come quello natalizio. Ad esempio nel Natale 2013 a causa di numerosi ritardi Amazon fu costretta a ricompensare i clienti. Solo l´anno scorso i costi di spedizione di Amazon hanno raggiunto gli 8,7 miliardi di dollari (circa il 9,8% del valore delle vendite), praticamente l´8,9% in più rispetto al 2014.

Ecco spiegata la strategia diversificata di Amazon che in prospettiva sta puntando su droni, luoghi di pick-up, armadi di strada, partnership con le catene di negozi fisici, parcheggi, etc.

Negli Stati Uniti Google ha iniziato dai primi di maggio un servizio di consegna di cibo a domicilio, strada che percorre anche Uber con il servizio ´UberEats´ di consegne pasti. Oltre a al cibo, l´app che consente di affittare l´auto con autista, sarebbe in trattativa anche con grandi marchi come Louis Vuitton e Tiffany per la spedizione di merci. Esattamente come fa da tanto tempo la piattaforma di eCommerce eBay, ma anche Amazon.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate