Addio display, l’interfaccia dello smartphone sarà un tattoo sulla nostra pelle

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 10 Dicembre 16 Autore: Stefano Fossati
La futura interfaccia utente dei nostri smartphone sarà… la pelle del nostro braccio. Questo almeno è il progetto sviluppato da Microsoft Research e un gruppo di studenti del MIT Media Lab, che hanno creato una serie di dispositivi wearable sottoforma di tatuaggi in lamina d´oro, in grado di trasformare la pelle di chi li indossa in interfacce per il controllo di smartphone e altri device mobili, ma anche in dispositivi di comunicazione wireless, grazie all’integrazione di un chip NFC.

La nuova tecnologia, chiamata “DuoSkin”, si basa su un innovativo processo di fabbricazione che consente di realizzare fogli in lamina d’oro dai quali chiunque può ricavare i circuiti conduttivi desiderati con l’ausilio di un software di graphic design. In questo modo, tutti potrebbero realizzare a casa propria e velocemente dei semplici ed economici dispositivi indossabili.

Addio display, l’interfaccia dello smartphone sarà un tattoo sulla nostra pelle - immagine 1

Secondo quanto scrivono gli studenti del MIT, DuoSkin si ispira all’estetica dei tatuaggi temporanei a imitazione della gioielleria metallica per dare vita a “dispositivi cutanei” che consentono agli utenti di controllare i loro device mobili, di visualizzare informazioni e memorizzare dati sulla loro pelle senza rinunciare a un tocco di stile personalizzato. In questo modo, proseguono, si può ipotizzare che in futuro i dispositivi mobili non saranno più “scatolette nere” più o meno piacevoli nel design: la loro interfaccia utente si trasformerà infatti in decorazioni per il corpo personalizzabili e “user friendly”, mentre il box con l’hardware principale semplicemente sparirà in fondo a una tasca o a una borsa. Gli studenti intendono testare la durata nel tempo di diversi materiali e un metodo di stampa che consenta a chiunque di produrre dispositivi wearable economici seguendo semplici istruzioni.

Fra i prototipi finora realizzati, uno sorta di bracciale che permette di controllare la riproduzione musicale sullo smartphone via Bluetooth, connettendosi a una scheda elettronica Arduino nascosta all’interno della manica dell’utente che rileva i comandi touch sul bracciale e li trasmette al telefono. Gli studenti hanno testato il dispositivo su un gruppo di volontari per capire quanto possa essere intuitivo l’utilizzo di DuoSkin da parte di utenti con attitudini ed esperienze differenti. Ogni partecipante ha disegnato una variante personalizzata del bracciale per il controllo della musica e tutti hanno riferito che è abbastanza facile utilizzare questa tecnologia.

Fra gli strumenti necessari per realizzarlo, il più costoso è un cutter elettronico da 230 dollari, mentre una confezione di lamina d’oro costa 10 dollari e un tag NFC non supera i 2,50 dollari.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE