A rischio 100 milioni di Volkswagen: ecco come “hackerare” il telecomando delle porte

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 03 Settembre 16 Autore: Stefano Fossati
Dopo lo scandalo del “dieselgate” dello scorso anno, l’immagine di Volkswagen subisce un altro brutto colpo: un gruppo di ricercatori ha infatti scoperto una vulnerabilità che potrebbe esporre al rischio di furti ben 100 milioni di auto prodotte dal gruppo tedesco dal 1995 a oggi. I ricercatori dell’Università di Birmigham e di una società di ingegneria tedesca sono infatti riusciti a mettere a punto un “hack” che, intercettando il segnale radio di un telecomando per la chiusura delle porte di un’auto, consente poi di clonarlo facilmente.

A rischio 100 milioni di Volkswagen: ecco come “hackerare” il telecomando delle porte - immagine 1

Per realizzarlo è stata sufficiente una scheda elettronica Arduino connessa a un ricevitore radio, il tutto per un costo di circa 40 dollari. Un eventuale ladro dotato di questo semplice apparecchio potrebbe nascondersi nel raggio di circa 400 metri dal veicolo e intercettare il segnale del telecomando quando il proprietario lo utilizza per chiudere le porte. Il malintenzionato potrebbe quindi clonare il segnale su un nuovo telecomando e utilizzarlo per introdursi nell’auto.

Effettuando il “reverse engineering” di uno specifico componente adottato da Volkswagen sulle sue vetture, i ricercatori sono infatti riusciti a decrittare una singola chiave crittografica che il gruppo ha utilizzato su milioni di veicoli prodotti negli ultimi vent’anni. In un comunicato, la casa sottolinea di considerare “molto seriamente” la sicurezza dei suoi clienti e dei loro veicoli, aggiungendo di essere in contatto con i ricercatori autori dell’”hack” per un costruttivo scambio di conoscenze che servirà a “incrementare ulteriormente la tecnologia di sicurezza”. Nessuna menzione sulla possibilità di introdurre eventuali correttivi alla tecnologia utilizzata sulle auto già in circolazione.

Gli stessi ricercatori, peraltro, stanno ora lavorando a un altro “hack” che consentirebbe di clonare il segnale di apertura delle porte delle vetture di diversi produttori, fra cui Alfa Romeo, Fiat, Ford, Mitsubishi e Nissan: in questo caso sarebbe un po’ più complicato, dal momento che richiederebbe l’intercettazione di diverse pressioni del telecomando, ma con un po’ di costanza permetterebbe comunque di guadagnare l’accesso all’abitacolo dell’auto.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Sicurezza

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate